breaking news

Percorsi diagnostico terapeutici in cardionefrologia: a Caltanissetta nefrologi e cardiologi si incontrano per fare “rete”

marzo 16th, 2018 | by Francescochristian Schembri
Percorsi diagnostico terapeutici in cardionefrologia: a Caltanissetta nefrologi e cardiologi si incontrano per fare “rete”
Regioni ed Enti Locali
0

cardionefrologiaPercorsi diagnostico terapeutici in cardionefrologia. E’ stato questo il tema del congresso che si è svolto oggi al presidio ospedaliero “Sant’Elia” di Caltanissetta che ha visto confrontarsi medici cardiologi e nefrologi per delineare strategie condivise su problemi di interesse comune.

Organizzatori dell’importante e partecipata giornata di studi il dott. Giuseppe Leonardi (cardiologo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania) ed il dott. Antonio Granata (direttore dell’Unità Operativa complessa di Nefrologia dell’Ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento e direttore della Società Italiana di Nefrologia Sezione Campano-Sicilia). 

L’analisi scientifica si è basata sullo studio dell’ipertensione arteriosa refrattaria e lo scompenso cardiaco nella gestione tra specialisti cardiologi e nefrologi. Come sottolineato nelle quattro sessioni di studio, oggi si hanno a disposizione devices e farmaci che consentono di contrastare il danno d’organo e ridurre  drasticamente la mortalità, migliorando al tempo stesso la qualità di vita. Un obiettivo che sarà possibile attraverso un comune percorso diagnostico terapeutico, chiare basi fisiopatologiche e validare ipotesi di studio tramite protocolli condivisi.

Una sinergia fra società scientifiche si rende pertanto fondamentale per coinvolgere tutti gli operatori, diffondere le conoscenze attraverso una “rete” comune per mettere tutti nelle condizioni di usufruire di metodiche e risorse moderne ed aggiornate.

La giornata, dal punto di vista pratico, ha visto altresì un corso di ecocardiografia realizzato da cardiologi e nefrologi con una dimostrazione pratica della misura barorecettoriale. L’obiettivo è stato quello di condividere tre protocolli di ricerca comune e ottenere così dei percorsi diagnostico terapeutici condivisi.

Presenti all’incontro, oltre a numerosi medici e paramedici siciliani, anche il rappresentante dell’Associazione Italiana Scompensati Cardiaci della Sicilia, dott. Salonicco, ed il rappresentante dell’Associazione Nazionale Emodializzati in Sicilia, dott. Lombardo.

img_8732 img_8735 img_8739 img_8744 img_8745 img_8746 img_8754

Comments are closed.