fbpx
Cronaca

1546 giorni in celle sovraffollate: risarcito con 12 mila euro il padre della povera Jessica Lattuca

Si sarebbe appellato all’articolo 3 della convenzione europea per i diritti dell’uomo che proibisce la tortura e il trattamento “inumano e degradante”, il legale di Giuseppe Lattuca.

Il padre della povera Jessica, scomparsa nell’agosto del 2018, avrebbe trascorso nelle carceri di Agrigento e San Cataldo, un soggiorno forzato in celle sovraffollate inferiori a tre metri quadrati. Rigettato da parte del Tribunale di Bolzano il reclamo del dipartimento dell’amministrazione della giustizia, è stato così stabilito per il favarese un risarcimento pari a 12.368 euro per i 1.546 giorni trascorsi in carcere in condizioni di sovraffollamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.