fbpx
Regioni ed Enti Locali

Sotto sequestro “preventivo” l’ultima pubblicazione di Giuseppe Arnone

giuseppe-arnoneGli agenti della Digos della Questura di Agrigento hanno posto sotto sequestro preventivo, su ordine del pm di Caltanissetta Davide Spina, le copie dei volantini e delle pubblicazioni dell’avvocato agrigentino, ed ex consigliere comunale, Giuseppe Arnone (in foto).

Si tratta dell’ultima pubblicazione dal titolo “La banda Alfano e la Procura a delinquere” per la quale ora Arnone risulta indagato in quanto, si legge nel decreto di sequestro preventivo emesso in via di urgenza “incolpava, pur sapendoli innocenti, il ministro degli Affari Esteri Angelino Alfano e i magistrati in servizio presso la Procura della Repubblica di Agrigento dei delitti di associazione a delinquere, concussione, corruzione, omissione di atti di ufficio“.

Per l’avvocato Arnone, con il sequestro preventivo “la Procura è incorsa nel reato di abuso d’ufficio. Come si sono espresse nel 2015 le sezioni unite della Cassazione il sequestro preventivo può essere disposto in caso di stampa clandestina, di violazione di norme sulla registrazione delle pubblicazioni, stampati osceni contro la pubblica decenza, apologia del fascismo e violazione delle norme sul diritto d’autore“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.