fbpx
Regioni ed Enti Locali

A Lampedusa si torna a pagare le tasse

tasseDal 2011 i residenti a Lampedusa non pagavano tasse poiché beneficiari della sospensione prevista per la compensazione per l’emergenza sbarchi dei numerosi migranti.

L’Agenzia delle Entrate con proprio provvedimento del 25 agosto ha sospeso il beneficio ed ha stabilito le modalità per la ripresa degli adempimenti tributari fino ad oggi sospesi, ad eccezione dei versamenti da effettuare con le modalità ordinariamente previste entro il prossimo 31 dicembre 2015.

L’atto si è reso necessario per dare esecuzione al decreto legge n. 4 del 2015, convertito, con modificazioni, nella legge n. 34 del 2015, che nei fatti ha messo fine all’agevolazione prevista per il periodo compreso tra il 16 giugno 2011 e il 15 dicembre 2015. L’agevolazione, si ricorderà, fu prevista per l’emergenza di immigrati nell’isola di Lampedusa a causa dei numerosi sbarchi clandestini.

I contribuenti lampedusani dovranno dunque presentare entro il 31 dicembre le dichiarazioni fiscali on presentate per effetto della sospensione, utilizzando i modelli relativi al periodo di imposta cui si riferiscono e indicando nella casella “Eventi eccezionali” il codice “9” per le dichiarazioni relative all’anno di imposta 2010 e il codice “3” per le dichiarazioni relative agli anni d’imposta dal 2011 al 2014. Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate e i modelli di dichiarazione sono disponibili sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.