fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Accusato di avere sparato a due nigeriani: agrigentino ai domiciliari

tribunale-agrigentoScarcerato il 28enne accusato di avere sparato a due nigeriani dopo una lite. I giudici del Tribunale di Agrigento, hanno accolto le tesi difensive degli avvocati Salvatore Tirinnocchi e Antonino Gaziano, concedendo a Giuseppe Fanara i domiciliari. 

La vicenda lo vede accusato di avere sparato a due braccianti agricoli nigeriani, rimasti feriti nell’occasione alle gambe e alla testa, dopo una lite nata dal corrispettivo che Fanara avrebbe dovuto dare ai due lavoratori. Circa 5 euro a testa che avrebbe mandato su tutte le furie il giovane già sotto processo con le accuse di tentato omicidio, detenzione e porto illegale in luogo aperto al pubblico di una pistola e lesioni aggravate. Secondo la difesa il giovane avrebbe sparato per difendere il padre dall’aggressione dei due. Spari che comunque non avrebbero avuto l’intenzione di uccidere i due uomini.

Secondo quanto ricostruito dal pm, i nigeriani avrebbero lavorato sui campi un’ora in più rispetto all’orario di lavoro pattuito. Un’ora che avrebbe dovuto comportare un pagamento di 5 euro in più rispetto alle 30 già concordate. Un aggravio di spesa che avrebbe fatto scattare l’ira del giovane 28enne, che dopo la decisione dei giudici hanno ritenuto di affievolire le esigenze cautelari a suo carico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.