fbpx
Politica

Acqua pubblica ad Agrigento, la patata bollente passa al sindaco

marcella carlisiIl Movimento 5 stelle Agrigento chiede al Sindaco della città di adoperarsi per l’imminente appuntamento con il DDL che verrà pubblicato venerdì prossimo.

“I cittadini agrigentini potrebbero, finalmente, avere quell’acqua pubblica che avevano creduto di aggiudicarsi coi referendum del 2011”.

Con queste parole interviene il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Agrigento, Marcella Carlisi (in foto) che aggiunge:

“Il nostro portavoce regionale Matteo Mangiacavallo ci ha messo a conoscenza del fatto che, nel DDL, la scappatoia c’è ma vale solo per 90 giorni.
Dunque, entro i prossimi tre mesi, il sindaco di Agrigento avrà la possibilità, mediante una deliberazione motivata, di abbandonare Girgenti Acque per gestire direttamente, o in forma associata con altri comuni, il servizio idrico”.

“I disservizi ci sono e quindi anche le motivazioni per la deliberazione.
I cittadini siciliani potranno giudicare politicamente chi perderà tempo e chi si nasconderà, magari, dietro la scusa di cause legali che sarebbero sicuramente vinte perché per 90 giorni “l’acqua pubblica è legge”, conclude Carlisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.