fbpx
Cultura

Ad Agrigento la mostra fotografica “Immagini dal paese dove fioriscono i limoni”

immagini dal paese 1Sabato 9 gennaio 2016 alle ore 17 ad Agrigento presso il Polo Culturale San Lorenzo della Chiesa del Purgatorio di via Atenea si terrà un incontro con Ezio Pagano e Aurelio Pes in occasione dell’apertura della Mostra fotografica “Immagini dal paese dove fioriscono i limoni” organizzata dal Centro Culturale Pier Paolo Pasolini e realizzata grazie al Museum di Bagheria, al MUDIA e al patrocinio dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali.

L’incontro sarà curato da Angelo Pitrone, curatore della mostra insieme a Ezio Pagano.

La mostra, aperta al pubblico pochi giorni fa, raccoglie le immagini di ventidue autori presenti nella sezione fotografica della Collezione del MUSEUM di Bagheria: Cayetano Arcidiacono, Andrea Attardi, Aldo Belvedere, Davide Bramante, Robert Cameriere, Franco Carlisi, Vittorugo Contino, Massimo Cristaldi, Ezio Ferreri, Marco Glaviano, Walter Leonardi, Giuseppe Leone, Fosco Maraini, Giò Martorana, Angelo Pitrone, Antonio Sammartano, Sandro Scalia, Ferdinando Scianna, Max Serradifalco, Fabio Sgroi, Tano Siracusa e Giuseppe Tornatore.

Ezio Pagano, Direttore del Museum Bagheria, ha curato oltre un centinaio di mostre in tutto il mondo; tra le più importanti si ricordano: Picasso, Sutherland, Guttuso, Accardi, Vedova, Tornatore, Scianna e Matiz.
E’ stato insignito di numerosi premi a riconoscimento dell’attività culturale promossa. Attualmente è direttore dell’Osservatorio dell’arte contemporanea “Museum”, presidente dell’Associazione “Artecontemporanea” e direttore artistico del Crases.

Aurelio PES ha svolto a lungo l’attività di Direttore regionale dei Beni culturali. Autore di numerose pubblicazioni, fra cui si ricordano “Cara Palermo”, Ager Sanginis-Federico II Imperatore”, “Genealogia del fuoco” oltre a testi teatrali rappresentati in ogni parte d’Europa.
Ha vinto il premio “Flaiano”, il premio “Città di Monreale”, il premio “Nietzsche”, il premio “UNESCO”.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 14 febbraio 2016 e sarà visitabile ogni giorno, tranne il lunedì, 10,00-13,00 e 15,30-18,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.