fbpx
Apertura Cronaca

Agguato a sfondo passionale nell’agrigentino: vittima rintracciata in Germania, si cerca la testimonianza

Ancora una volta nessuna testimonianza in aula. Dopo averlo rintracciato in Germania, il 31enne canicattinese Vincenzo Curto, vittima di un agguato a colpi d’arma da fuco nel giugno del 2016.

L’uomo, come si ricorderà, fu colpito allo stomaco e alle gambe per un movente che – secondo l’accusa – avrebbe a che fare con una donna. Imputato di tentato omicidio è un 34enne che – sempre secondo la tesi accusatoria – avrebbe sparato contro Curto per vendicare la circostanza che quest’ultimo potesse riallacciare una relazione con la sua ex moglie e nuova compagna del 34enne.

La vittima però non sarebbe mai stato disposto a deporre in Tribunale e, secondo quanto riferito in aula, avrebbe comunicato ai militari dell’arma dei Carabinieri che lo avevano rintracciato di non voler riferire il proprio indirizzo poiché non interessato a testimoniare.

Il Tribunale ha così deciso che venga disposta la citazione per rogatoria e, con molta probabilità, lo stesso dovrà deporre in un video collegamento per rispondere alle domande dei giudici e delle parti.

L’attuale imputato ha sempre negato di essere l’autore dei fatti contestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.