fbpx
Cronaca Spalla

Agguato al porto di Porto Empedocle, accolto appello della Procura: per il Riesame fu tentato omicidio

Accolto dal tribunale del Riesame l’appello proposto dalla Procura della Repubblica di Agrigento sull’agguato avvenuto al porto di Porto Empedocle lo scorso 21 luglio e che vide protagonista il 26enne James Burgio.

La procura infatti sostenne la tesi del “tentato omicidio” che, come si ricorderà, fu inizialmente derubricato in lesioni aggravate, porto e detenzione illegale d’arma da fuoco dal gip del Tribunale di Agrigento che applicò la custodia cautelare in carcere. Stessa tesi per la difesa di Burgio che anche attraverso una perizia sostenne l’ipotesi delle lesioni.

Ora i giudici del Riesame hanno dato ragione alla Procura. Burgio, come si ricorderà, lo scorso 21 luglio al porto di Porto Empedocle avrebbe esploso un colpo di arma da fuoco all’indirizzo del Marino, colpendolo alla coscia; subito dopo avrebbe rivolto l’arma verso il Volpe tentando invano di esplodere ulteriori colpi. Solo il mancato funzionamento dell’arma avrebbe permesso al Volpe di uscire indenne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.