fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, “acque bianche” nelle “acque nere”: scoperti 9 casi

fognatura tubazioniSono stati “beccati” altri furbetti residenti nelle vie Ariosto, Della Quercia, Fiume Verdura, Ligustro, Rosario Di Salvo, ed in viale Leonardo Sciascia ad Agrigento.

La vicenda è quella oramai nota del convogliamento delle acque piovane nelle acque “nere” previste per la fognatura.

Un fatto che, come oramai accade quasi ogni anno soprattutto nel quartiere di San Leone nel periodo estivo, causa il trabocco di liquami dai pozzetti della rete fognaria. In particolare, come si ricorderà, da decenni si parla di allacci abusivi e sversamenti delle acque nere. Il motivo principale di questo fenomeno risulterebbe essere il convogliamento delle acque meteoriche che si accumulano lungo le grondaie, nei terrazzi delle varie abitazioni di San Leone, e non solo, nella rete destinata alle acque nere.

Anche l’associazione ambientalista di MareAmico Agrigento ha più volte sollevato la questione denunciando il “fatto” come uno dei motivi principali dello “scoppio delle fogne quando piove“.

Lo scorso mese era stato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, a firmare alcune ordinanze, intimando ai responsabili di scollegare dal collettore delle acque nere tutte le “acque provenienti da tetti, terrazze, spiazzali e caditoie, a salvaguardia dell’igiene, della salute pubblica e della pubblica incolumità“.

Dopo le disastrose stagioni balneari degli scorsi anni (in fatto di balneabilità) quest’anno San Leone ritroverà la “fibra” di un tempo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.