fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, “calci e pugni” ad un bimbo di 5 anni: il racconto del piccolo che accusa il padre

Era stato affidato al padre per un breve periodo ma, nel luglio dello scorso anno, quando la madre tornò a prendere il proprio bambino, non ancora di 5 anni, notò subito strani lividi ed ecchimosi.

Un fatto che preoccupò la donna che decise di portare il figlio al pronto soccorso dell’Ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dove i medici refertarono una prognosi di sei giorni. Dopo la denuncia della mamma, corredata anche da un dossier fotografico, il padre finì sotto inchiesta per lesioni aggravate.

Ora, durante l’incidente probatorio davanti al gip del Tribunale di Agrigento, il bambino avrebbe riferito di essere stato preso a calci e pugni poiché il padre si era arrabbiato dopo che lo stesso bambino aveva preso il telefonino.

Un racconto che il pm vuole ora cristallizzare come prova per un eventuale processo a carico dell’uomo. Quest’ultimo ha però sempre negato di aver picchiato il figlio. Un fatto che ha portato il pm a chiedere l’incidente probatorio per quello che potrebbe essere un anticipo del dibattimento in aula.

Sarà ora la valutazione di una neuropsichiatra infantile a pronunciarsi sull’attendibilità del racconto del bambinoe sulla sua capacità a testimoniare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.