fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, cede il manto stradale di via Empedocle. “Agrigento Punto e a Capo”: “non siamo stati ascoltati”

Ancora una volta sprofonda il tratto di strada che introduce l’ingresso di via Empedocle, alle spalle dell’ex Chiesa “San Pietro” ad Agrigento. Il tratto viario è infatti stato chiuso al traffico veicolare dopo il cedimento di una porzione del manto stradale. Una situazione che non è nuova per gli agrigentini che, come si ricorderà, negli anni hanno dovuto “subire” i disagi di un’area più volte interessata al cedimento. 

Sul fatto è anche intervenuta più volte il movimento “Agrigento Punto e a Capo” che ha mostrato in queste ultime settimane la situazione di pericolo.

Tanto tuonò che alla fine piovve davvero! – scrivono dal movimento -. Lo avevamo detto con il disegnino, comu i picciliddri, per farci capire meglio. Lo abbiamo gridato a squarciagola ma senza essere ascoltati. La realtà dei fatti è sotto i nostri occhi: questa piazza è stata nel tempo, oggetto di scavo e relativi interventi alle condutture, per ben due volte a distanza di pochi mesi… (?) A lavori ultimati, dopo qualche tempo, vi fu l’ennesimo abbassamento del manto stradale, questo, rappresentava la seconda avvisaglia di sprofondamento, i cui segni sono ben visibili nelle foto (che mostrano i passati interventi manutentivi e la situazione attuale ndr)”.

Infine – sottolinea “Agrigento Punto e a Capo” – è accaduto ciò che prevedevamo accadesse! Eppure non siamo maghi, ciò che vediamo noi potrebbe notarlo anche un bambino con un minimo senso della prevedibilità e/o responsabilità! Qualcuno ricorderà il crollo del costone della collina sui palazzi Crea; anche in quel caso, avvisammo mesi prima, con i mezzi a nostra disposizione, ma nulla! Seguì il crollo, l’evacuazione, il disagio durato mesi e mesi (che ancora dura)“.

Intanto, auguriamoci che l’attuale sprofondamento non provochi ulteriori danni, il disagio già c’è ed è conclamato, la chiusura di un’importante arteria in pieno centro!“.

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5 foto6 foto7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.