fbpx
Cronaca Spalla

Agrigento, cimitero di Piano Gatta: ancora bare in “attesa” di sepoltura

Sarebbero oltre quaranta le bare con le salme “parcheggiate” in una stanza al cimitero di Piano Gatta ad Agrigento.

Continua la vertenza con la ditta che ha in gestione la struttura. Un’attesa che va soprattutto contro i sentimenti dei congiunti dei defunti che non riescono, ad oggi, ad avere una tomba per i loro cari. E’ questa la situazione vigente al cimitero di Piano Gatta la cui gestione, affidata ai privati, è su un “binario morto”.

Della situazione di emergenza ne era a conoscenza già il Comune di Agrigento che i primi mesi di gennaio dello scorso anno aveva provveduto alla requisizione urgente e temporanea di ben 41 posti liberi dopo il “caso” scoppiato mesi prima con alcuni feretri ancora da tumulare in mancanza di loculi.

Un vero e proprio “braccio di ferro” quello fra il Comune di Agrigento e l’impresa che gestisce il cimitero; da un lato Palazzo dei Giganti che si dice pronta alla risoluzione del contratto, dall’altra parte l’impresa che lamenta come il progetto per la costruzione dei loculi originariamente approvato all’atto della stipula del contratto di concessione (2004 ndr) non è più a norma, in quanto le dimensioni delle strutture in questione sono in contrasto con le misure previste dal regolamento di polizia mortuaria del Comune oggi vigente.

Tutto fermo dunque al momento fra scartoffie e burocrazia, con le salme che sembrano non possano avere un degno riposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.