fbpx
Cultura

Agrigento, cresce l’attesa per lo spettacolo “Up with People Live on Tour”

Cresce l’attesa ad Agrigento per lo spettacolo Up with People Live on Tour, che si svolgerà al Palacongressi, il 2 novembre prossimo.

Si tratta di un medley internazionale di melodie e ritmi dagli anni ’50 ai giorni nostri: musica, canti, costumi e balli di 26 Paesi.
Canzoni scritte apposta per l’occasione e che toccano temi di pace, di dialogo internazionale, accoglienza, condivisione, partecipazione e di costruzione di ponti di comprensione tra i popoli.
Uno spettacolo per tutta la famiglia perché ciascuno, di qualsiasi età troverà le canzoni e le melodie nelle quali riconoscersi dai nonni ai bambini.
Ieri sera sono arrivati in Italia i 112 ragazzi provenienti dall’Australia, Belgio, Bermuda, Canada, Cina, Germania, Giappone, Kosovo, Messico, Olanda, Norvegia, Siria, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti.
Nel frattempo, continua ad Agrigento il lavoro preparatorio dei primi membri della delegazione internazionale di Viva la Gente. Kaitlin Anderson e Casey Jenkins, infatti, continuano ad incontrare le associazioni ed i gruppi di giovani agrigentini per parlare del programma internazionale di Viva la Gente e di come attraverso la musica, i canti, le danze si possano unire i giovani sotto un’unica bandiera, quella della gioiosa amicizia per abbattere barriere e costruire ponti di comprensione.
Kaitlin e Casey hanno, anche, incontrato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, sono stati ospiti del Libero Consorzio Comunale, hanno incontrato i vertici del Polo Universitario, la Caritas Diocesana, la Fondazione Teatro Pirandello, il gruppo di Social Street e diverse associazioni, quali T.T.T. (Tierra Techo Trabajo) e il Comitato di Quartiere “Fontanelle Insieme”.
Attraverso musica e volontariato Viva la Gente incoraggia i giovani a diventare protagonisti di crescita positiva di speranza e di lavoro per sviluppare un futuro di pace, unità e umanità. Questi i quattro elementi alla base del programma internazionale: Accrescere i sentimenti di comprensione, rispetto e dignità per tutti. Abbattere le barriere delle differenze di qualsiasi genere che spesso si è abituati a vedere l’uno nell’altro e che limitano i rapporti umani; Coinvolgere le comunità visitate a lavorare insieme per creare unità e sviluppare fiducia e compassione; Responsabilizzare i giovani a diventare agenti di cambiamenti in positivo, sviluppare le capacità di ciascuno ed ispirarli ad azioni di altruismo e umanità che possano renderli responsabili della costruzione di ponti di comunicazione comprensione; Realizzare un network internazionale di cittadinanza globale nel rispetto di tutte le differenze culturali.
I protagonisti sono, dicevamo giovani, tutti ventenni, con varie esperienze di studio e di lavoro, provenienti da ogni parte del mondo che per almeno un semestre lasciano tutto per questo viaggio così particolare a servizio del mondo. Nell’ambito delle iniziative di anticipazione e promozione delle celebrazioni di Agrigento 2020 per i 2600 anni di storia dalla fondazione della città, la città è già pronta ad accogliere i ragazzi e il musical di “ Viva la Gente”.

Luigi Mula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.