fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Agrigento, didattica in presenza: Tavolo provinciale di coordinamento in Prefettura

Si è tenuta ieri mattina, in modalità video-conferenza, una riunione del Tavolo provinciale di coordinamento per la didattica in presenza, presieduta da Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, al fine di esaminare le disposizioni introdotte dall’art. 3, comma 2 del D.L. n. 52 del 22 aprile 2021 concernenti, nello specifico, le modalità di ripresa della didattica in presenza per le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado.

Dall’incontro a cui hanno preso parte il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Agrigento, i rappresentanti degli Assessorati Regionali della Istruzione e delle Infrastrutture e Trasporti, i rappresentanti delle Ditte di Trasporto e della Consulta Scolastica Giovanile, è emerso il concorde intendimento di garantire la presenza al 75% degli studenti di tutti gli Istituti Scolastici secondarie di secondo grado della provincia, situati in Comuni che non sono stati dichiarati zona rossa. Diversamente, per gli Istituti Scolastici siti in Comuni attualmente in zona rossa, in linea con il dettato normativo, è stata condivisa l’esigenza di mantenere la didattica in presenza per il 50% degli studenti.

Con riferimento all’organizzazione dei servizi di trasporto volti ad agevolare la frequenza scolastica degli studenti, nel corso dell’incontro è stata concordata la piena applicazione di quanto previsto dal Documento Operativo, redatto da questa Prefettura all’esito dei lavori del citato Tavolo provinciale di coordinamento, nel caso di didattica in presenza al 75%.

Nel corso della riunione è stata, altresì, condivisa la necessità con il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, di agevolare la presenza degli studenti dell’ultimo anno, al fine di garantire loro una migliore preparazione in vista del prossimo esame di maturità.

Al fine di consentire la ripresa della frequenza scolastica con le modalità previste dalle nuove disposizioni, verranno sensibilizzati i dispositivi di vigilanza in prossimità degli Istituti Scolastici, alle fermate dei pullman e alla Stazione ferroviaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.