fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, discussione fra giovani in pieno centro: scatta la sanzione per ubriachezza molesta

Nel weekend, al fine di arginare episodi di microcriminalità e violenza che connotano negativamente la movida agrigentina, sono stati predisposti mirati servizi di controllo del Territorio, in provincia ed in particolare in Agrigento, dove la Polizia di Stato è intervenuta in varie zone della città al fine di prevenire e reprimere episodi di violenza originati dall’uso di sostanze stupefacenti o alcoliche.

Nello specifico, operatori dell’U.P.G.S.P. transitando per una locale via, notavano due persone discutere animatamente nei pressi di un esercizio commerciale. Prontamente intervenuti, apprendevano da una di esse, proprietaria dell’attività commerciale, che poco prima l’uomo che stava redarguendo, palesemente in stato di alterazione psicofisica, derivata da ebbrezza alcolica, stava arrecando molestia ai proprietari e agli avventori del locale.

L’uomo, P.A. classe 71’ residente ad Agrigento, veniva immediatamente condotto presso gli Uffici di Polizia, ove gli veniva contestata la violazione amministrativa di cui all’art. 688 C.P. (Ubriachezza Molesta) e notificato l’Ordine di Allontanamento dai luoghi per la durata di 48 ore.
Successivamente, nel corso della movimentata nottata, detto personale, transitando in Piazza Vittorio Emanuele, sorprendeva alcune persone intente in una colluttazione, le quali alla vista dei poliziotti si dileguavano facendo perdere le proprie tracce.

Il tempestivo intervento degli uomini delle Volanti interrompeva l’azione criminosa in corso e consentiva di fermare e identificare uno di questi. Atteso che il soggetto, S.C.E. classe 97′ residente a Favara (AG), mostrava i tipici sintomi dello stato di alterazione psicofisica derivante da ebbrezza alcoolica, veniva sanzionato per la violazione amministrativa di cui all’art. 688 C.P. (Ubriachezza Molesta) e fatto oggetto di Ordine di Allontanamento dai luoghi per la durata di 48 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.