fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, ecco il progetto “Girgenti”: parte la riqualificazione urbana del centro storico

girgenti2Presentato stamani alla città la nuova “Girgenti“, il progetto che consentirà di destinare fondi per la riqualificazione urbana di Agrigento, partendo dal centro storico.

Si tratta di interventi di risanamento e riqualificazione di vie, piazze, cortili e facciate che daranno un nuovo look alla città dei Templi. Ben 15,8 milioni di euro a cui si aggiungeranno altri fondi messi a disposizione da interventi privati, quali, ad esempio, Associazioni e Università di Palermo. Un nuovo volto per il centro storico di Agrigento che favorirà sicuramente il recupero conservativo dell’enorme patrimonio di tessuto urbano antico. 

Girgenti” nasce da un’idea nuova di progettualità che, per la prima volta, ha visto partecipi cittadini, ordini professionali e parti sociali impegnati insieme in un percorso di rinascita della città, promosso dall’amministrazione comunale di Agrigento.

L’approvazione del progetto, rappresenta altresì motivo d’orgoglio per Agrigento in quanto è stato direttamente il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ad annunciare pubblicamente, nel corso dell’ultima conferenza Anci a Bari, l’esempio del progetto “Girgenti” come uno dei migliori. Un progetto che riguarda una molteplicità di interventi di riqualificazione urbana e sui quali il Sindaco ha voluto ringraziare gli Uffici del Comune che hanno incessantemente lavorato per raggiungere questo importantissimo risultato.

Il progetto – ha affermato il Sindaco Lillo Firettoha tentato di ascoltare la città e rappresentare così la sintesi rispetto ad interventi condivisi. Si è elaborata una idea il cui investimento complessivo è di circa 20 milioni di euro“.

Un progetto – ha sottolineato il primo cittadino di Agrigento – complessivamente corposo ed ambizioso, nato anche dalla partecipazione e dal confronto, che mira a dare nuovo impulso al centro storico della città, affinchè superi la sua marginalità e riconquisti la sua funzione di elemento centrale nello sviluppo turistico, culturale, sociale ed economico della città. Un progetto destinato a incidere strutturalmente sul centro storico e sulla condizione culturale ed economica della città“.

Oggi – ha detto il sindaco Lillo Firetto – abbiamo illustrato il programma in generale ed abbiamo parlato in particolare degli interventi di riqualificazione urbana che interessano alcune porzioni del centro storico e nello specifico il tessuto urbano nella zona di via Duomo e zone comprese tra la via De Castro e la via S. Alfonso, nella zona delle vie Saponara, Santa Maria dei Greci, salita Sant’Antonio, vie Serroy e Santa Sofia e nel percorso compreso tra la piazzetta antistante il palazzo Tommasi e la via Atenea. In queste aree si prevede in sintesi il rifacimento della pavimentazione, l’interramento dei cavi della rete elettrica e telefonica presenti sulle facciate, l’impianto di pubblica illuminazione, arredo urbano e videosorveglianza, oltre ad alcuni interventi mirati volti alla creazione e rigenerazione di spazi verdi e di aggregazione“.

Di rilevante importanza la creazione di un Urban Center così come in altre grandi città; uno spazio aperto alla città dove sarà possibile visionare progetti, piani di sviluppo e le strategie che si vogliono attuare. 

GLI INTERVENTI

E’ stato il Sindaco, Lillo Firetto, ad illustrare punto su punto molti degli interventi che saranno realizzati. Il progetto  “Girgenti” prevede l’installazione di impianti di mobilità di risalita mista (elevatori) in piazza Marconi e piazza San Pietro; il restauro e la rifunzionalizzazione dell’ex Ospedale Civile di via Atenea; la riqualificazione delle vie, dei cortili e delle scale della zona di via Saponara, via Santa Maria dei Greci, Salita Sant’Antonio, via Serroy, via Gubernatis e via Santa Sofia; interventi di miglioramento del decoro urbano e di riqualificazione dei percorsi e degli itinerari turistici tra la piazzetta antistante il palazzo Tomasi e la via Atenea; la riqualificazione di via Duomo e delle traverse, vicoli e cortili compresi tra la via De Castro e la via Sant’Alfonso.

Nel dettaglio, ad esempio, la riqualificazione di piazza Duomo vedrà il rifacimento della pavimentazione con l’interramento dei cavi elettrici e telefonici, nonchè la predisposizione per gli impianti di metanizzazione a tutt’oggi sprovvisti. Previsti anche interventi di decoro urbano e di miglioramento della pubblica illuminazione. Stesso discorso per le vicine vie Serroy e via Saponara, dove sarà previsto l’esproprio di alcuni magazzini per la realizzazione di una area di mercato e di botteghe artigianali. Previsto anche un giardino che sarà recuperato, arricchendo così il centro storico di uno spazio verde. Altresì a scendere, fino all’ex Ospedale numerosi interventi di riqualificazione con lo scopo di creare un vero percorso turistico che sia funzionale.

Saranno anche previste opere di miglioramento della viabilità urbana, attraverso ad esempio il bike sharing, che saranno rese note prossimamente, con il calendario dei singoli interventi.

Slide 6 Slides 5

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

  1. Bel progetto di riqualificazione urbana, ma che riguarda soltanto il centro città.
    Le periferie, come Monserrato, continuano a essere preda del degrado più assoluto,
    con la finta pavimentazione stradale, con i tombini sopraelevati rispetto alla sede stradale fittizia, dove quasi giornalmente le auto degli ignari del pericolo rompono le coppe dell’ olio della loro auto, e come chicca, da un po’ di tempo, in vicolo punta bianca è nato un nuovo sport: il tiro del sacchetto della spazzatura,
    In quanto, nello spazio antistante i. cosidetti cassonetti si è creato uno strato di percolato, che non permette di avvicinarsi agli stessi, pena una probabile scivolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.