fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Agrigento, entra nel vivo “L’accoglienza della Cultura. La Cultura dell’accoglienza”

Con l’avvio della formazione per studenti italiani e stranieri entra nel vivo “L’accoglienza della Cultura. La Cultura dell’accoglienza”, l’iniziativa curata ed organizzata da CoopCulture per il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, in collaborazione con la Caritas – Migrantes e la partecipazione del Comune di Agrigento, finalizzata a promuovere i valori di una generazione aperta, dinamica, solidale e di un’Europa che sa accogliere.

Partiranno, infatti, questa mattina al Liceo Scientifico “Leonardo” di Agrigento, gli incontri curati da Elisabetta Falchetti, Docente di Museologia e Museografia a “Sapienza Università”, ricercatore e Project manager “Eccom” e progettazione europea per story telling e dal giornalista, scrittore e documentarista di geopolitica Luca Attanasio. I lavori saranno monitorati da Alessandro Romano e da Elisabetta di Giovanni, ricercatori di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione all’Università di Palermo.

La formazione, che si terrà al Museo archeologico Regionale “Pietro Griffo” e nell’ex Scuola Rurale, proseguirà fino al prossimo giovedì con laboratori di narrazione che dedicheranno particolare attenzione alla narrazione autobiografica e interculturale e tecniche narrative del dialogo con i migranti. Verrà, infine, realizzato un modulo formativo sulle migrazioni e politiche internazionali. Martedì 26 febbraio, alle 10, al Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo” di Agrigento si svolgerà la cerimonia ufficiale di apertura della manifestazione e la presentazione alla stampa. Come nella fortunata passata edizione i protagonisti dell’evento saranno i minori stranieri migranti non accompagnati che insieme ai liceali agrigentini, dal 26 al 28 febbraio, visiteranno il Museo, la Valle dei Templi e Santa Maria dei Greci per un confronto antropologico, sociale e culturale con la storia ed i monumentali dei loro Paesi di provenienza.

“L’accoglienza della Cultura. La Cultura dell’accoglienza” sarà anche protagonista del 74° Mandorlo in Fiore con la partecipazione, giorno 5 marzo, all’accensione del Tripode dell’amicizia al Tempio della Concordia, mentre, giovedì 7 marzo al Palacongressi, a conclusione del programma di integrazione culturale, i ragazzi, diretti dal regista Marco Savatteri, realizzeranno un musical per dimostrare come giovani migranti, da tutti ritenuti diversi per provenienza, colore della pelle, idee politiche o religiose, possano portare avanti, insieme agli studenti agrigentini, un programma fatto di studio, impegno e lavoro. Infine, domenica 10 marzo la consegna degli attestati di partecipazione. “L’accoglienza della Cultura. La Cultura dell’accoglienza” è, dunque, un progetto innovativo di integrazione ed inclusione che,in linea con i nuovi programmi europei, esalta i valori dell’accoglienza e della condivisione.

Luigi Mula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.