fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, famiglia occupa casa abusivamente: 63enne impugna pistola e minaccia

Tragedia sfiorata a Villaseta dove solo grazie all’intervento tempestivo di un agente di Polizia Penitenziaria fuori servizio e il successivo arrivo degli agenti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento si è evitato il peggio.

Ad allertare le Forze dell’ordine una donna che, con la famiglia avrebbe occupato abusivamente un alloggio popolare che era stato assegnato ad una donna di 63 anni deceduta e dove viveva il figlio. L’assenza momentanea di quest’ultimo avrebbe portato ad occupare la casa popolare.

L’allarme arrivato al 113 segnalava la presenza di un uomo con una pistola che minacciava l’intera famiglia. Dalla ricostruzione dei fatti pare infatti che sia stato lo stesso figlio della donna deceduta ad impugnare l’arma, legalmente detenuta. All’arrivo degli agenti, dopo l’intervento di un agente di Polizia Penitenziaria che udite le urla provenire dall’abitazione si è precipitato a disarmare il disabile, sono scattate le denunce.

La famiglia è stata così denunciata per violazione di domicilio, mentre per il disabile l’ipotesi contestata è di minaccia aggravata dall’uso dell’arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.