fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Agrigento, festeggiamenti in onore di San Calogero: definito il piano di sicurezza

Definito stamane in Prefettura nel corso di un’apposita riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il piano di sicurezza per lo svolgimento dei festeggiamenti in onore di San Calogero e i relativi servizi di vigilanza e controllo.
L’incontro al quale hanno preso parte i Vertici delle Forze dell’Ordine, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Sindaco di Agrigento, i Rappresentanti del Libero Consorzio Comunale, dell’Azienda Sanitaria Provinciale e del Servizio 118 nonché della Curia arcivescovile, della Confraternita San Calogero e dell’Associazione portatori, ha fatto seguito ad altre riunioni preparatorie nel corso delle quali sono state concordate le modalità di svolgimento dell’evento.
Il “piano” sul quale è stato espresso il concorde avviso di tutti i presenti, prevede lo svolgimento di manifestazioni soprattutto all’interno del Santuario con la possibilità di onorare il Santo seguendo un percorso e un ordine che consentirà il pellegrinaggio individuale con una breve sosta all’interno della chiesa con l’osservanza dei protocolli sanitari ancora operativi e necessari per evitare assembramenti.
Domenica 4 luglio, tradizionalmente detta la prima domenica di San Calogero, anche per accogliere le richieste inespresse dei fedeli e il loro desiderio di venerare il Santo nero, le celebrazioni previste si svolgeranno in Piazza Stazione, nello spazio antistante dove sarà allestito lo spazio celebrativo con altare e sedie e dove sarà collocata la statua di San Calogero.
L’intera area sarà delimitata da transenne e sempre con le transenne sarà realizzato un percorso a senso unico fino davanti al Santo.
La Protezione Civile Provinciale allestirà, di concerto con l’Azienda sanitaria Provinciale, Servizio 118 e/o Croce Rossa, un Punto Medico di primo soccorso in un’area individuata adiacente Piazza Stazione ed è previsto lo stazionamento di ambulanze.
Anche se non è più obbligatorio all’aperto, l’uso della mascherina è suggerito e raccomandato nei momenti di maggiore affluenza dei fedeli.
Sarà garantita a cura dell’Associazione Portatori, della Confraternita e Volontari della parrocchia, la presenza costante di volontari che assisteranno i fedeli che accederanno alla piazza sia per le celebrazioni eucaristiche e sia per il pellegrinaggio individuale.
Il Prefetto ha fortemente auspicato che la ricorrenza in onore di San Calogero possa costituire un importante momento di fede e devozione che possa svolgersi secondo le regole che ancora impongono cautela a causa del persistere, seppure in misura contenuta, del virus da COVID-19.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.