fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, furti in villetta a San Leone: vittime in aula raccontano la scoperta

Nuova udienza al Tribunale di Agrigento nell’ambito del processo scaturito dopo i numerosi furti in villetta registrati nel 2010 a San Leone.

A finire sotto processo due uomini di 38 e 42 anni finiti in carcere, con l’accusa di associazione mafiosa ed estorsione, dopo l’operazione antimafia “Nuova Cupola” scattata nel giugno del 2012.

I due sono accusati ora di ricettazione poiché accusati di essere coinvolti in furti avvenuti in alcune villette dell’agrigentino; i Carabinieri scoprirono infatti nelle abitazioni dei due imputati, già conosciuti alle Forze dell’Ordine poiché coinvolti in altre vicende giudiziarie, alcuni oggetti ritenuti essere proventi di furti.

Nel corso dell’ultima udienza sono state audite alcune delle presunte vittime che, rientrando nelle loro abitazioni all’epoca dei fatti, hanno raccontato di avere trovato le case svaligiate da oggetti preziosi fra i quali oro, elettrodomestici e orologi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.