fbpx
Politica

Agrigento, i consiglieri comunali Sollano e Nobile presentano interrogazione per la pulizia dei marciapiedi e il discerbamento di San Leone

“Il quartiere di San Leone è in stato di abbandono cosa facilmente documentabile dalle foto”. E’ quanto denunciano i consiglieri comunali di opposizione Alessandro Sollando e Teresa Nobile in un’interrogazione rivolta all’Amministrazione comunale per poter intervenire prontamente e ripristinare uno stato di vivibilità,sicurezza,decoro e incolumità che a oggi manca nell’importante frazione agrigentina.
Gli stessi consiglieri continuano affermando che “non è la prima volta che San Leone appare ancora una volta trascurata in ogni sua via, in ogni suo angolo e noi non ci stiamo, non vogliamo rassegnarci.  Non si può più accettare una situazione del genere, sia per quanto riguarda l’intera Città che la suddetta zona estiva, non è corretto per i tanti residenti e non lo è per i turisti presenti. Noi cittadini, noi residenti, noi tutti, possiamo ancora accettare di vivere in mezzo alle erbacce e alle strade sempre più sporche? I marciapiedi, il cui scopo è quello di permettere ai pedoni di transitarvi in sicurezza oggi appaiono completamente impraticabili. Noi non chiediamo, purtroppo, una rinascita del lungomare, chiediamo SOLAMENTE una pulizia ormai non più ordinaria, ma straordinaria dell’intera zona. Chiediamo che questo venga fatto con urgenza, poiché siamo oramai entrati nella stagione estiva da un bel po’, questi interventi andavano fatti tempo addietro, ma adesso Basta perdere tempo”.

“Per tutto questo i consiglieri Sollano e Nobile chiedono all’Amministrazione di attivarsi con Urgenza, l’adozione di provvedimenti e adempimenti tesi al ripristino della Pubblica Incolumità, predisponendo con estrema urgenza un lavoro di pulizia della suddetta zona, avendo cura di rendere nuovamente percorribili i marciapiedi evitando che tale situazione possa essere causa di pericolo per i tanti cittadini che si trovano a percorrerli”, concludono Sollano e Nobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.