fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, impiegati della Prefettura a processo: “favorirono imprenditore a riottenere la patente”

Finiscono nei guai due impiegati della Prefettura di Agrigento poiché accusati di abuso d’ufficio e occultamento di atti pubblici.

I due, un 64enne ed un 66enne, entrambi agrigentini, finiscono così a processo poiché, secondo l’accusa, avrebbero procurato un ingiusto vantaggio all’imprenditore agrigentino Massimo Campione facendogli riottenere la patente dopo che gli era stata ritirata.

I dipendenti – sempre secondo l’accusa – non avrebbero dato atto dell’acquisizione attraverso il protocollo, e poi avrebbero restituito la patente all’imprenditore con una mera richiesta verbale.

Ieri mattina i due sono stati ascoltati in aula al Tribunale di Agrigento davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Wilma Angela Mazzara, parlando di un semplice disguido.

Secondo la versione dei due, l’imprenditore Massimo Campione, il 26 gennaio del 2016, si presentò per chiedere informazioni; era già maturato il termine per qualsiasi tipo di iniziativa e dunque fu necessario restituirgliela.

Diversa, invece, la tesi dell’accusa secondo la quale i due avrebbero agito per procurare intenzionalmente un vantaggio all’imprenditore.

La patente gli fu ritirata dagli agenti della Polizia Stradale dopo un sorpasso azzardato. Furono alcune indagini della stessa Polizia a far scaturire il processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.