fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Agrigento innamorata dei Bersaglieri: oggi la conclusione delle manifestazioni

La sezione dei bersaglieri di Agrigento, è stata ufficialmente intitolata al tenente Gaetano Camizzi, medaglia d’argento al valor civile.

La cerimonia si è svolta nella sala conferenze dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Michele Foderà” di Agrigento, alla presenza di Massimiliano Camizzi, pronipote di Gaetano che, a nome della famiglia, ha donato alla sezione la medaglia d’argento che sarà apposta sul labaro sezionale.
Camizzi, nato a Ciancana il 31 luglio 1893, partì come tenente di complemento dei bersaglieri venne destinato al 6° Reggimento Bersaglieri
Cadde il 12 ottobre 1916 sul Carso: Il 6° ed il 12° reggimento bersaglieri formarono la I brigata bersaglieri, inquadrata in quei giorni nella 45° Divisione. Quest’ultima ebbe l’ordine di conquistare il monte Veliki Kribak, ma gli assalti, in cui morì Camizzi, non ebbero successo per la veemente reazione nemica.

Al termine della cerimonia, come previsto dal programma degli eventi del Raduno Interregionale Sud dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, il generale Angelo Scardino ha parlato agli studenti del “Foderà” sul ruolo dei fanti piumati nel moderno modello di difesa sulla quale ha relazionato il generale. Significativa la testimonianza del caporal maggiore Marco Millocca, ferito in Afganistan nel 2013 ed insignito della medaglia d’argento al valor militare.
Dopo qualche minuto di pausa, i bersaglieri dell’info team del VI Reggimento Bersaglieri di Trapani, hanno parlato agli studenti delle prospettive che la vita militare offre e di come accedervi.
Nel pomeriggio di ieri, alle 16,00, i bersaglieri si sono ritrovati al Viale della Vittoria per sfilare fino a Piazza Pirandello. Alle 18,00 è stata invece celebrata la santa messa e, a seguire, la cerimonia di consegna del medagliere nazionale al sindaco Lillo Firetto ed il concerto delle fanfare di Barcellona Pozzo di Gotto, di Palermo e della sezione di Lonate Pozzolo, in Lombardia insieme al coro da poco costituito della sezione Anb di Mineo.

A conclusione le fanfare sono tornate a sfilare in senso inverso per la via Atenea per sciogliersi poi a Porta di Ponte.
Stamani, domenica 6 ottobre, l’attesissima sfilata per la via Sacra nella Valle dei templi, che sarà preceduta dalla rassegna da parte del vicepresidente nazionale sulla panoramica, prima del varco di Giunone. Vi parteciperanno ben sette fanfare: alle tre suddette, infatti, si aggiungeranno quella di Caltanissetta che arriverà domenica mattina, e quelle di Belpasso, Santa Croce Camerina e Zafferana Etenea.
Al termine della sfilata la consegna di targhe ricordo. Speaker della manifestazione sabato sera e domenica mattina sarà Elettra Curto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.