fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Agrigento, la Questura emette “avvisi orali”: due Daspo a tifosi agrigentini

QUESTURA_AGRIGENTOL’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine della Questura ha applicato i seguenti provvedimenti di competenza del Questore di Agrigento a soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica.

In particolare, sono stati applicati i seguenti provvedimenti: AVVISI ORALIai sensi dell’art. 3 del D. L.vo 159/2011,
con il quale il Questore di Agrigento avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge, ai seguenti soggetti:

L.M.G.D., classe 1995, abitante a Santo Stefano Quisquina, con precedenti per: violazione delle norme in materia di stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale;

C.C., classe 1972, abitante a Sciacca , con precedenti per: porto illegale di armi e oggetti atti all’offesa, rifiuto dell’accertamento del tasso alcolemico durante la guida, guida di veicolo sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, minacce e maltrattamenti in famiglia;

B.A.N., classe 1991, abitante a Menfi , con precedenti per: invasione di terreni, deturpamento e imbrattamento di cose altrui, furto e rissa;

S.E., classe 1986, abitante a Favara, con precedenti per: associazione a delinquere, invasione di terreni, deturpamento e imbrattamento di cose altrui e furto;

C.D., classe 1987, abitante a Ribera, con precedenti per: furto, ricettazione, violazione delle norme in materia di stupefacenti e rapina;

S.G., classe 1970, abitante a Santa Elisabetta, con precedenti per: furto, ricettazione, minaccia aggravata, lesioni personali, rissa e atti persecutori commessi dal coniuge legalmente separato;

Applicato anche il Foglio di Via Obbligatorioai sensi dell’Art. 2 del D. L.vo 159/2011, che impone l’ordine di rimpatrio nel comune di residenza ed il contestuale divieto di ritorno nel comune dal quale è stato allontanato, senza la preventiva autorizzazione, alle seguenti fattispecie: in data 29.08.2016 su segnalazione della Stazione dei Carabinieri di Licata è stato applicato il F.V.O. dal territorio di Licata per il periodo di anni 3 a: S.G., classe 1970 e C.L., classe 1968, abitanti nel Comune di Canicattì, rendendosi responsabili in tale luogo del reato di truffa dello specchietto;
In data 31.08.2016 su segnalazione della Stazione dei Carabinieri di Aragona è stato applicato il F.V.O. dal territorio di Aragona per il periodo di anni 3 a: R.F., classe 1971, abitante nel Comune di Catania.

Inoltre, in data 05.09.2016 su segnalazione dei Carabinieri di Cammarata è stato applicato il D.A.SPO. per il periodo di anni 3 a: D.P., classe 1966, presidente di una squadra di calcio della provincia; in particolare gli eventi che ne hanno giustificato l’emissione fanno riferimento ad un incontro disputato nell’aprile dell’anno in corso; in particolare il soggetto destinatario del provvedimento, durante lo svolgimento del secondo tempo della partita, si rendeva protagonista, di alcuni episodi di incitamento alla violenza; in data 05.09.2016 è stato applicato il D.A.SPO. per il periodo di anni 1 a I.M.V., classe 1973, tifoso della squadra del Montallegro; in particolare gli eventi che hanno giustificato l’emissione fanno riferimento alla partita disputata presso lo stadio comunale di San Giovanni Gemini il 15.05.2016 tra U.S.D. GEMINI CALCIO e A.S.D. CITTÀ DI MONTALLEGRO; in particolare il soggetto destinatario del provvedimento, dopo la fine della partita, durante un’animata discussione con alcuni tifosi del GEMINI, colpiva uno di questi con un calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.