fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali

Agrigento, nuove prospettive per il rilancio del Consorzio Universitario: si apre collaborazione con la LUMSA

Il rettore della libera università Maria Santissima Assunta (LUMSA), prof. Francesco Bonini, nel suo intervento alla inaugurazione del Corso di Laurea in Mediazione linguistica, che è già partito presso la sede del Consorzio Universitario, aveva già ha manifestato l’interesse della sua Università ad intraprendere da quest’anno accademico una collaborazione con il Consorzio stesso.

In una sua nota si legge testualmente:
“Dopo la bella manifestazione di apertura dell’anno accademico dello scorso 5 ottobre, sono lieto di confermarTi la disponibilità a valutare l’organizzazione, per il corrente anno accademico, con base anche ad Agrigento, del pacchetto dei 60 cfu per l’abilitazione degli operatori per l’infanzia, nell’ambito del corso di laurea L19.
A tal proposito, ed in vista della stipula dell’apposita convenzione, ti invito a prendere contatto con il nostro direttore generale, la dott.ssa Giannina Di Marco, che sarà a Palermo il 16 e 17 ottobre”.
il giorno 17 ottobre il presidente del Consorzio Universitario di Agrigento, prof Pietro Busetta, e il prof Marcello Saija, hanno incontrato, nella sede palermitana della Lumsa il direttore generale dottoressa Giannina Di Marco ed il prorettore alla didattica prof. Giampaolo Frezza.
In quella sede,si è stabilito di procedere immediatamente alla firma di un protocollo di intesa per avviare già con l’anno accademico 2018/2019 un corso intensivo per la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico che preveda 1.500 ore in 8 mesi e nel contempo sono state avviate le procedure propedeutiche per la creazione di un corso di laurea in Scienze della formazione.

Dichiara il pres.Busetta “prosegue il percorso di riavviamento delle attività del consorzio come anche recentemente era stato promesso. Il consorzio è una creatura viva che sia avvia verso un percorso di rilancio.”

Aggiunge Saija: “La LUMSA ha docenti di altissima professionalità e la manifestazione di volontà di collaborazione con il Consorzio, espressa dalle sue autorità accademiche ci permette di guardare con ottimismo al futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.