fbpx
Cronaca Spalla

Agrigento, nuovo arresto per l’avvocato Arnone: “revocato l’affidamento in prova”

Avrebbe violato alcune disposizioni del tribunale di sorveglianza e per questo dunque si è deciso per lo stop all’affidamento ai servizi sociali per Giuseppe Arnone, avvocato ed ex esponente politico tra i più noti in città.

Arnone – come riposta l’AdnKronos – già arrestato nel novembre 2016 ma poi scarcerato dopo che il Tribunale del Riesame aveva annullato l’ordinedi arresto per l’ipotesi di reato di estorsione, è finito ora agli arresti per violazione dell’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza. Il legale – sempre secondo quanto riportato dall’AdnKronos – era stato affidato ai servizi sociali dopo una condanna per calunnia ai danni di un giudice e per due condanne per violenza privata.

La notifica dell’arresto è avvenuta direttamente al tribunale di Agrigento, dove l’avvocato si trovava per ragioni professionali.

Sull’arresto è intervenuta l’avvocato difensore di Arnone, Daniela Principato, che afferma: “L’opinione pubblica deve sapere che lo scorso marzo 2018, un anno addietro, era stata tolta all’Avv. Arnone la possibilità di comunicare tout-court, doveva stare in silenzio! La relativa ordinanza è stata annullata dalla Corte di Cassazione il 20 novembre 2018, perché lesiva di diritti costituzionali. Lo scorso febbraio 2019, con un’ordinanza nuova, gli veniva restituita la libertà di parola, anche di tenere comizi e interviste televisive, fare volantinaggio e scrivere libri. A fronte di tutto ciò oggi per questi stessi motivi viene riarrestato, con la sospensione del provvedimento di affidamento in prova“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.