fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali Spalla

Agrigento, porto abusivo di armi da taglio: 39enne nei guai

Ieri, la Polizia di Stato di Agrigento ha denunciato in stato di libertà un uomo di 39 anni, originario della provincia di Varese, senza fissa dimora, per il reato di porto abusivo di armi da taglio.
Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Agrigento, nel corso dei controlli nello scalo ferroviario e ai treni in arrivo ed in partenza dalla stazione centrale di Agrigento, hanno identificato un viaggiatore sceso da un convoglio proveniente da Palermo. L’uomo, con diversi precedenti di polizia, tra cui decine di truffe commesse su tutto il territorio nazionale, si è mostrato da subito nervoso e insofferente tanto da indurre gli operatori a eseguire un controllo più approfondito. Lo stesso nascondeva addosso, nell’immediata disponibilità, un coltello a serramanico della lunghezza di 20 cm, di cui 8 cm di lama, di cui non sapeva giustificarne il possesso. Per tale motivo il trentanovenne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e l’arma è stata sottoposta a sequestro.
In data 08 settembre 2020, in Licata, personale della Polizia di Stato dava esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Agrigento, a carico di A.P., classe ‘71, in seguito alla sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Agrigento per mesi 4 di reclusione per rapina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.