fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, presentato il Giovaninfesta 2016: misericordia e famiglia

giovaninfesta 1Presentato stamani nella sala Chiaramontana del Seminario Arcivescovile di Agrigento, il Giovaninfesta 2016 che si terrà il 1° maggio a Caltabellotta.

Tutto pronto per la trentaduesima edizione che quest’anno prenderà il titolo di “Misericordia, di tutto di +“. 

La conferenza stampa è stata presieduta da da don Carmelo Petrone, don Marco Farruggia e don Enzo Sazio che hanno presentato ufficialmente il programma della giornata che vedrà come protagonista assoluta dell’edizione 2016 la “famiglia“.

Come ogni anno – afferma don Carmelo Petrone – al termine di ogni edizione viene consegnata al Comune che sopita il Giovaninfesta la croce che il Papa diede ai giovani agrigentini il lontano 9 maggio 1993. Quest’anno si è tentato di fare un cambio, associando il binomio giovani e famiglie. In questi giorni si terranno 6 incontri nelle zone pastorali in preparazione del Giovaninfesta 2016“.

Un Giovaninfesta 2016 – afferma Don Marco Farruggia – che assume una veste nuova, visto che coinvolgerà anche le famiglie. Questo perchè ci si rende conto i giovani hanno bisogno di qualcuno che li sostenga e li accompagni verso nella loro vita; bisogna dunque partire necessariamente dalla famiglia, attraverso la dimensione dell’amore e i valori del Vangelo“. “Lo scorso a Realmonte abbiamo voluto dedicare l’edizione al ‘Coraggio’, mentre quest’anno il tema sarà la ‘Misericordia’. Una tematica che viene fuori dal Giubileo della Misericordia e dal cammino verso la giornata mondiale della gioventù. di Cracovia”.

Il programma vedrà la partecipazione di numerosi “testimoni” dopo un momento di preghiera a cura del Seminario. Questi testimoni di misericordia (Don Maurizio Patriciello, Riccardo Rossi e Barbara Occhipinti, Shoek) parleranno del loro percorso di vita. Dopo sarà il momento dell’animazione musicale con i Malarazza, mentre a partire dalle ore 16 inizieranno i consuetudinari laboratori che quest’anno saranno sette: Dar da mangiare agli affamati; Dar da bere agli assetati; Vestire gli ignudi; Alloggiare i pellegrini; Visitare gli infermi; Visitare i carcerati; Seppellire i morti.

Alle 18 invece la Santa Messa prima della serata conclusiva con i Malarazza e l’attrice Beatrice Fazi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.