fbpx
Cronaca Spalla

Agrigento, si serviva della figlia per “taccheggiare”: scatta l’obbligo di firma

Il giudice del Tribunale di Agrigento ha convalidato l’arresto della 45enne di Favara arrestata dopo essere stata sorpresa a rubare in un negozio del centro commerciale “Le Rondini” di Porto Empedocle.

Come si ricorderà, la donna si sarebbe servita della figlia minorenne per “taccheggiare” merce dagli scaffali del negozio. Dopo essere stata “beccata” da un dipendente, l’arrivo della Polizia che ha fatto scattare l’arresto.

Il giudice ha comunque rimesso in libertà la donna, applicando l’obbligo di firma quotidiano in Questura. La prossima udienza di svolgerà il 12 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.