fbpx
Politica

Agrigento, sospensione della bollettazione idrica. Spataro: “servono azioni concrete”

“Servono azioni concrete. Ce le aspettavamo già nella seduta prima di Natale. Non c’è più tempo da perdere”. Il consigliere comunale di Agrigento, Pasquale Spataro, continua a vigilare e a spingere affinché si arrivi, in tempi rapidissimi, all’annunciata sospensione della bollettazione idrica e del relativo pagamento legato al conguaglio 2017-2018. “Siamo di fronte ad un provvedimento illegittimo in quanto, lo ribadisco, è in aperta violazione con il dispositivo di una delibera dell’autorità garante per l’energia – afferma Spataro – i cui effetti, in assenza di un tempestivo intervento formale, rischiano di gravare pesantemente ed ingiustamente sulle tasche dei contribuenti agrigentini. Domani tornerà a riunirsi l’Ati – evidenzia Spataro – siamo quindi tutti in attesa che l’Assemblea si pronunci in modo positivo e perentorio per porre rimedio ad una questione di notevole rilevanza sociale, bloccando così la riscossione di un supplemento che non è assolutamente dovuto. Ma non basta. Si deve procedere, con celerità e senso di responsabilità, all’annullamento della delibera in modo da rimborsare tutti quei cittadini che hanno già versato totalmente o parzialmente quanto richiesto. E dovrà essere fatto attraverso una disposizione di pagamento oppure mediante il conguaglio delle somme riscosse nella prima bollettazione utile. Ci vogliono atti e fatti concreti – conclude Spataro – che rispettino per una volta i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.