fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, “tassa di soggiorno”: ricorso al Tar di Federconsumatori

tribunaleCon propria determinazione sindacale, il Sindaco di Agrigento Lillo Firetto ha autorizzato la costituzione in giudizio dell’Ente dinnanzi al TAR di Palermo instaurato dalla Federconsumatori Sicilia ed altri.

In particolare, l’associazione a tutela dei consumatori, con il ricorso ha chiesto al Tribunale amministrativo la sospensione della Delibera della giunta municipale del 27 giugno scorso con la quale il Comune di Agrigento ha approvato le tariffe relative all’imposta di soggiorno a partire dal 15 luglio 2017.

La “vessata quaestio” sembrerebbe essere legata all’avvio della discussa “Tassa di soggiorno”. Infatti per la Federconsumatori l’applicazione a partire dal 15 luglio, e quindi in piena stagione estiva, ha comportato un danno di immagine visto che le strutture ricettive hanno dovuto applicare l’imposta a prenotazioni già prese precedentemente. Nel ricorso, si legge che il Comune avrebbe violato lo “Statuto del contibuente” che prevede che l’applicazione di nuove imposte deve avere un margine di tempo di 60 giorni prima della effettiva entrata in vigore.

Il Comune di Agrigento ha affidato l’incarico di rappresentanza e difesa all’avvocato Antonio Insalaco, dirigente del Settore I, congiuntamente e disgiuntamente all’avvocato Rita Salvago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.