fbpx
Cultura

Agrigento, tra templi, itinerari sotteranei e mostre

 

Ipogei-AgrigentoAgrigento, non solo Templi. Potrebbe essere il nuovo slogan per rilanciare la città a vocazione turistica e culturale per eccellenza.

E pare qualcosa si stia muovendo. Non più un turismo mordi e fuggi, ma una vera e propria tappa in cui soggiornare, questo è l’intento del neo sindaco di Agrigento Calogero Firetto che, in accordo con il ministro degli Interni Angelino Alfano, ha intenzione di mettere in campo progetti ed iniziative per “risvegliare” l’interesse nei visitatori.

Già nel mese di luglio, dovrebbe arrivare proprio ad Agrigento un Bernini. Questo è quanto annunciato dal ministro dell’Interno Angelino Alfano durante la sua ultima visita in città. “Come responsabile del fondo edifici di culto, ho lavorato, nei giorni scorsi, insieme al prefetto, per realizzare una importante esposizione di una o più opere provenienti dalle chiese che sono sotto la governance del ministero dell’Interno attraverso il fondo edifici di culto. Probabilmente si realizzerà a luglio, dovrebbe arrivare qui un Bernini”.

A questo si aggiunge l’itinerario sotterraneo dell’Acqua Amara che va dal teatro Pirandello al palazzo De Marinis. Un percorso affascinante che condurrà i turisti nel “ventre agrigentino”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.