fbpx
Sport

Akragas, mister Di Napoli ringrazia tutti: “quante emozioni” – VIDEO

Voglio innanzitutto ringraziare la proprietà, il presidente Alessi e Giavarini per quello che hanno fatto per noi“.

Esordisce così il mister dell’Akragas Raffaele Di Napoli che stamani ha voluto convocare la stampa alla presenza di tutto lo staff biancoazzurro. Non una conferenza di addio, né un discorso di commiato, ma una dimostrazione d’affetto verso tutti coloro i quali hanno lavorato dietro le quinte per raggiungere obiettivi importanti che oggi vedono l’Akragas “lottare” per la salvezza diretta.

Tutto passa in 180 minuti, e la speranza del popolo biancoazzurro è quella di vedere finalmente l’Akragas poter continuare il suo cammino fra i professionisti.

Stamani presenti tutti, dai dirigenti, agli accompagnatori, al presidente Alessi, allo staff tecnico, ai medici, fisioterapisti, addetto stampa e magazzinieri. Tutti accanto al tecnico akragantino, accompagnato dalla sua famiglia (che ha più volte ringraziato per il supporto e i sacrifici ndr) per sostenere la squadra in un momento delicato della stagione. Domani (30 aprile allo stadio Esseneto di Agrigento ndr) contro la Juve Stabia sarà una gara intensa, dove non è ammesso sbagliare.

Un momento importante che vedrà presente anche il patron biancoazzurro, Marcello Giavarini, che siederà in tribuna “da tifoso”. Una presenza non certo causale quella di Giavarini che fa intendere come qualcosa in “pentola” bolle. Sì, perchè il lavoro certosino fatto in questi mesi da Silvio Alessi potrà quasi sicuramente far ricucire un rapporto non sempre facile con i tifosi e la città.

Per il futuro societario però c’è ancora tempo, oggi conta solo il “campo” e conquistare la salvezza. Per questo mister Di Napoli non nasconde emozioni e ci tiene a ringraziare quanti in questi mesi lo hanno sostenuto. Si è presentato ad Agrigento con l’umiltà che lo ha contraddistinto, cercando sempre di dare il massimo con un gruppo “giovane” che con lui è cresciuto e ha permesso di regalare emozioni. Di Napoli è questo, una persona genuina “amata” dagli agrigentini; sentimenti reciproci che difficilmente potranno indurre la società a scelte diverse. Continuità è infatti la parola d’ordine che sia il tecnico che il presidente Alessi sembrano voler dare ad un progetto che oggi vede solo la “salvezza” diretta.

Ho avuto la fortuna – afferma Di Napoli – di essere il capo di nulla, perchè io mi reputo uguale a tutti i miei collaborati. Oggi li voglio ringraziare uno per uno. E’ grazie alla loro dedizione e al lavoro che oggi siamo qui. Questo gruppo di lavoro ha sostenuto tutti i ragazzi e va a loro il merito dei risultati ottenuti“.

Sono soddisfatto e sono stato onorato – continua il tecnico biancoazzurro – di essere qui ad Agrigento, per il futuro vedremo ciò che succederà. Sono onorato e lusingato di avere avuto un rapporto cordiale e molto diretto con tutti. Domani ci aspetta una battaglia, ma oggi volevo ringraziare tutti. Spero tanto domani di fare risultato“.

Un pensiero anche a Peppino Tirri che “ha creduto in me e lo ringrazio personalmete per quello che ha fatto. Agrigento è una piazza ambita e lo ringrazio insieme al direttore Catania e al presidente Alessi. E’ stato per me un punto di riferimento“. Non ultimo un ringraziamento ai giocatori: “Sono orgoglioso di loro, mi hanno seguito in tutto e per tutto con grande professionalità, mostrando grande attaccamento ai colori dell’Akragas. Sono convinto che domani faranno una prestazione importante“.

Anche il presidente Silvio Alessi ha voluto esprime re parole d’apprezzamento per Di Napoli: “Volevo confermare quello che pensavo sul mister. Resta un grande professionista, una persona umile e dal grande cuore. Non si tratta di un discorso di commiato, vi posso assicurare che come società faremo di tutto per mettere nelle condizioni mister Di Napoli di rimanere ad Agrigento. Tra mille difficoltà, ha dimostrato che con una squadra di giovani, è riuscito a portare avanti un gruppo che a gennaio tutti davano per spacciato. Siamo ancora qui a lottare per una salvezza diretta, che sono sicuro arriverà“.

(Guarda le videointerviste)

akragas1 akragas2 akragas3 akragas4 akragas5 akragas6 akragas7 akragas8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.