fbpx
Regioni ed Enti Locali

Albergo diffuso: affidata la gestione della “rete ricettiva” a Santo Stefano Quisquina

santo stefano di quisquinaL’albergo diffuso, un sistema di ospitalità che ha apportato una rivoluzione nel mondo del turismo rivoluzionando il concetto delle strutture tradizionali degli alberghi, dei villaggi e dei campeggi.

Il turista si “fonde” si “mimetizza” quasi totalmente in quello che è il territorio che visita e la cultura dei luoghi. Un progetto questo che non mira a costruire alberghi ma che sfrutta e mette a disposizione dell’utenza case pre-esistenti e che si sta allargando a macchia d’olio anche nel nostro territorio.

A Santo Stefano di Quisquina, è stata la cooperativa “Quercia Grande” ad aggiudicarsi la gestione imprenditoriale rete di “case-ricettive” creatasi nel paesino montano. Una cooperativa che vanta già esperienza nel settore vista la pregressa gestione dell’eremo di Santa Rosalia. Soddisfatto si dice il sindaco Francesco Cacciatore e Pietro Reina assessore alle Attività produttive

Il fine di questo progetto è quello di garantire la riqualificazione urbana per offrire un turismo relazionale del sano vivere, attraverso un sistema di offerta enogastronomica, culturale, naturalistico – ambientale e di confort che incentivi il visitatore a soggiornare nel comune di Santo Stefano Quisquina nei diversi periodi dell’anno. –Dichiarano il primo cittadino e l’assessore- Si chiude la prima fase prevista tra le linee programmatiche dell’Amministrazione comunale, e si continuerà con gli step successivi in stretta sinergia fra pubblico e privato per la definizione completa dell’intero progetto che, come forma complementare e di supporto per lo sviluppo e la promozione del territorio, si pone l’obbiettivo di destagionalizzare e arricchire l’offerta turistica e incentivare l’economia del paese con la valorizzazione dei prodotti tipici stefanesi e la gastronomia proposta dalla ristorazione“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.