fbpx
Salute

Allergia al nichel: sintomi e consigli per la cura

allergia-nichelNegli ultimi anni è aumentata la percentuale di persone che soffre di allergia al nichel e, tra queste, si riscontra un gran numero di donne.

Diagnosticarla non è sempre facile perché i sintomi possono essere spesso attribuiti ad altre cause per questo, se si sospetta di soffrirne, è importante chiedere al proprio medico di poter eseguire il Patch Test, unico strumento in grado di dissipare ogni dubbio.

COME SI MANIFESTA

Conosciuta come SNAS (sindrome da allergia sistemica al nichel) può manifestarsi in due modi: allergia da contatto con oggetti metallici, come ad esempio cinture, orologi e gioielli e/o allergia manifestatasi dopo aver mangiato determinati alimenti.

In entrambi i casi le persone possono manifestare sintomi di intensità diversa perché l’allergia al nichel è un’allergia da accumulo. Questo significa che, per esempio, ci possono essere persone che al primo contatto con un oggetto metallico manifestano rossore e prurito, altre che, pur essendo allergiche al nichel, indossano cinture e gioielli senza alcun problema. Allo stesso modo ci possono essere persone che, dopo aver mangiato un solo pezzettino di cioccolato, soffrono di mal di pancia e/o diarrea, mentre altre che possono mangiare la pasta con il pomodoro senza manifestare alcun malessere.

I PRINCIPALI SINTOMI

Chi soffre di SNAS può avere: arrossamento e prurito della pelle (dermatite allergica), senso di nausea e vomito, problemi respiratori, stanchezza cronica, afte e infiammazioni della bocca, problemi nella gestione del proprio peso e fastidi al tratto gastrointestinale.

ALCUNI POSSIBILI RIMEDI

Per alleviare i fastidi provocati dalla dermatite allergica, come suggerisce il sito di Eucerin nella pagina dedicata a questo disturbo, è opportuno considerare l’assunzione di farmaci cortisonici ad uso topico. Individuare quello più adatto è compito del proprio medico, con il quale è bene programmare una visita prima di iniziare il trattamento.

Per alleviare invece i fastidi al tratto gastrointestinale è necessario fissare una visita con uno specialista nel campo della nutrizione, al fine di ottenere alcuni suggerimenti su come cambiare la propria alimentazione, aumentando i liquidi e riducendo le quantità dei cibi ad alto contenuto di nichel, così da favorire l’eliminazione del metallo dal corpo.

In casa è bene poi avere solo prodotti per l’igiene personale e cosmetici nichel tested. Gli utensili da cucina e le pentole devono essere nichel free, heavy metal free oppure di vetro pirex.

Al supermercato infine bisogna ricordare di non comprare cibo in scatola e bibite in lattine perché il contatto degli alimenti con il metallo in esse contenuto li può rendere pericolosi per chi soffre di questa particolare allergia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.