fbpx
Almanacco

Almanacco dell’1 dicembre 2016

almanacco2Almanacco dell’1 dicembre 2016

E’ il 336° giorno dell’anno, 49ª settimana. Alla fine del 2016 mancano 30 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:19 e tramonta alle 16:39 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:45 e tramonta alle 16:40 (ora solare)
Luna: 8.37 (lev.) 18.33 (tram.)

Santi del giorno: Sant’Eligio (Vescovo) protettore di orafi, fabbri, maniscalchi, garagisti e carrozzieri.
San Naum (Profeta)
San Proietto (Diacono e Martire)
Sant’Ansano di Siena (Martire)
Sant’Evasio (Vescovo e Martire)

Etimologia: Eligio, il personale riprende il latino medioevale “eligius”, che significa “scelto”, diffusosi dopo il VI secolo grazie al culto dell’omonimo martire di Noyon.

Proverbio del giorno:
Per Sant’Ansano, uno sotto e uno in mano.

Aforisma del giorno:
Per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito? (Gesù)

Oggi è: Giornata mondiale contro l’AIDS: Ogni anno, dal 1988, il primo dicembre ricorre la Giornata mondiale contro l’AIDS. Questa ricorrenza fu indetta in un summit mondiale dei ministri della sanità, sui programmi per la prevenzione dell’AIDS, ed è stata ben accettata dai governi, dalle organizzazioni internazionali e dalle associazioni mondiali. La prima giornata mondiale contro l’AIDS fu organizzata dall’UNAIDS (organizzazione delle Nazioni Unite per la lotta all’AIDS) in collaborazione con numerose associazioni e dal 2005 se ne occupa la WAC (The World AIDS Campaign). Ogni anno viene scelto un simbolo (una candela, un fiocco) per indicare la lotta all’AIDS. Lo scopo della giornata mondiale contro l’AIDS è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica, la società, in merito alla malattia, alle cause e alle metodologie per prevenirne l’insorgere. In queste giornate, spesso, vengono allestiti stand e distribuiti opuscoli informativi e preservativi, per incitare tutti alla prevenzione di questa malattia che è una delle epidemie più distruttive della storia.

Accadde Oggi:

1913 – Ford introduce la catena di montaggio (103 anni fa): Decine di operai in fila, lungo un nastro trasportatore, che ripetono gli stessi gesti a un ritmo cadenzato. Funziona così la catena di montaggio, introdotta per la prima volta nelle fabbriche da Henry Ford il 1° dicembre del 1913.

1955 – Rosa Parks si ribella alla segregazione sugli autobus (61 anni fa): A Montgomery, capitale dell’Alabama, sono le sei del pomeriggio, quando una sarta di 42 anni prende posto nell’autobus giallo e verde della Cleveland Avenue, per rincasare dopo una giornata didi lavoro. La donna ignora che di lì a poco quell’autobus la porterà dritto dritto nella storia!Fin qui tutto normale, se non fosse che per le assurde leggi segregazioniste dell’America degli anni Cinquanta, Rosa Parks ha la grave colpa di sedere nella parte sbagliata del mezzo, quella riservata ai “bianchi”. Ai viaggiatori dalla pelle nera, come lei, spettano pochi posti in coda.

Sei nato oggi? I nati il primo dicembre sono persone schiette ed esplicite, che non hanno paura di sostenere le parole coi fatti. Tuttavia, abituati come sono ad accompagnarne questo atteggiamento con ironia e un’irresistibile aria d’innocenza, non hanno difficoltà a conquistare il prossimo. Questi “svergognati” trascurano le regole di galateo e di comportamento quando lo desiderano, soprattutto se si tratta di importanti questioni personali. Persone magnanime e generose, amano condividere ciò che hanno con i propri cari o con coloro che sentono più vicini, non solo a livello finanziario, ma soprattutto in termini di tempo e di attenzioni. I nati in questo giorno sono molto inclini a flirtare con l’altro sesso. Però, nonostante si divertano a esercitare il proprio fascino su tutti indistintamente, scelgono poi di svelare i sentimenti più profondi solo alle persone davvero speciali.

Celebrità nate in questo giorno:

1935 – Woody Allen (81 anni fa): Un genio della commedia humour, che con i suoi film (sceneggiati, diretti e interpretati da lui) ha ritratto in maniera dissacrante la società americana, non lesinando mai citazioni colte di grandi registi del passato, da Bergman a Fellini.

1941 – Federico Faggin (75 anni fa): È il papà del microprocessore, quel congegno che scandisce in ogni aspetto la quotidianità di miliardi di persone.

1964 – Salvatore Schillaci (52 anni fa): Detto Totò, è nato a Palermo ed è stato un calciatore degli anni Ottanta e Novanta. Ha giocato nell’attacco di Messina, Juventus e Inter.

Oroscopo del giorno:

 

Quanto sei fortunato oggi:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.