fbpx
Politica Rubrica legis non est lex

Amministrative Agrigento, torna in ballo l’ultimo seggio nel Consiglio Comunale: fissata udienza al TAR dopo il ricorso proposto dall’Avv. Zicari

Come si ricorderà, in esito alle consultazioni elettorale dello scorso ottobre, alla lista “Diventera Bellissima” sono stati assegnati due seggi nel Consiglio Comunale di Agrigento.

Il primo di tali seggi è stato attribuito alla candidata Claudia Alongi, mentre il secondo seggio – che secondo i dati iniziali sembrava destinato all’avv. Roberta Zicari – è stato, alla fine, assegnato a Gianni Tuttolomondo (nominato anche Assessore nella nuova Giunta del Sindaco Miccichè).

Ed infatti, l’Ufficio Elettorale ha attribuito al candidato Tuttolomondo complessivi 257 voti a fronte dei 252 voti assegnati alla Zicari.

L’avv. Roberta Zicari, ritenendo frutto di un errore di calcolo o di trascrizione l’attribuzione alla stessa di soli 252 voti – con il patrocinio degli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia- ha proposto innanzi al TAR Palermo un ricorso elettorale per chiedere la correzione del risultato elettorale e la propria proclamazione in luogo del candidato Tuttolomondo.

In particolare, con il ricorso, gli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia hanno sostenuto che nella sezione n. 36 (ossia quella sita nella frazione di Giardina Gallotti ) – la candidata Zicari avesse conseguito n. 24 voti, come risultanti dal verbale della medesima sezione; tuttavia, in sede di trascrizione dei voti conseguiti nella varie sezioni, l’Ufficio Elettorale avrebbe per errore trascritto, con riferimento a tale sezione, un solo voto.

Tale evidente errore di trascrizione, facilmente riconoscibile al semplice raffronto dei verbali, ha inficiato gli atti predisposto dall’Ufficio Elettorale che, invece, avrebbe dovuto limitarsi a copiare e trascrivere i verbali sezionali.

Per effetto del suddetto errore, all’odierna ricorrente sono stati assegnati di n. 252 voti in luogo dei 275 alla stessa effettivamente spettanti e che le avrebbero consentito di superare il candidato Tuttolomondo e di essere proclamata alla carica di Consigliere Comunale.

A sostegno del ricorso, gli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia hanno prodotto al TAR copia del verbale della sezione n. 36 ed hanno chiesto al Giudice Amministrativo di acquisire, ove ritenuto necessario ai fini del decidere, anche le tabelle di scrutinio (relative a tale sezione).

Il Presidente del TAR Palermo, ai sensi del codice del Processo Amministrativo, ha fissato per il 12 gennaio 2020 l’udienza relativo al suddetto ricorso.

Dunque, nei prossimi mesi, il TAR accerterà quale dei due candidati della lista “Diventerà Bellissima” ha effettivamente diritto a sedere sugli scranni del Consiglio Comunale di Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.