fbpx
Regioni ed Enti Locali

Anche il Sindaco di Naro compiange l’artista Piero Guccione

La dipartita dell’artista siciliano Piero Guccione è stata ricordata anche da Lillo Cremona, sindaco del Comune di Naro, nel cui Museo Civico dell’Arte Grafica è custodita un’opera del Maestro scomparso nei giorni scorsi: l’acquaforte dal titolo “Nudo di donna”.

L’acquaforte del caposcuola del “gruppo di Scicli” è stata donata al Museo narese da Bruno Caruso nel giugno del 1998 e costituisce una delle opere del nucleo iniziale, attorno al quale è stato allestita la sezione della Grafica del Museo Civico.

Nel Museo è presente un’altra opera di artista vicino al “gruppo di Scicli”, capeggiato dallo scomparso Maestro Guccione: l’acquatinta dal titolo “Calle” di Sandro Bracchitta. Anche quest’opera è stata donata da Bruno Caruso, del quale sono custodite nel Museo narese 10 acqueforti, 4 litografie e 1 acquaforte acquarellata.

“Il Comune di Naro – dichiara il Sindaco Calogero Cremona – , nella qualità di Ente promotore del Museo Civico dell’Arte Grafica, non poteva che associarsi al cordoglio per la scomparsa del l’artista siciliano Piero Guccione, deceduto all’età di 83 anni. L’artista è presente con una sua opera nel Museo narese, dove più di una volta egli era venuto in visita, prima dell’ istituzionalizzazione dello stesso Museo Civico che ho avuto l’onore di effettuare con formale provvedimento, facendolo assurgere da Mostra Permanente a vero e proprio Museo Civico, in modo da consentirne il rilancio e la valorizzazione”.

“Nel Museo, tra l’altro, sono presenti, non solo opere del novecento di Caruso, Guccione, Guttuso, Giambecchina e altri artisti famosi, ma anche opere dei secoli precedenti, tra cui le incisioni a bulino di Pinelli e Dorè (ottocento) e di Hundius (seicento)”, conclude il Sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.