fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Aragona, convegno sulla Magna Via Francigena: si inaugura la Mappa del Pellegrino

E’ in programma per Venerdì, 21 giugno prossimo, ad Aragona,un incontro pubblico dal titolo: Magna Via Francigena “Valori storico-culturali opportunità per il territorio”.

L’evento a distanza di millenni, da quando, in età bizantina, islamica e alto medievale i pellegrini e viaggiatori, attraversano a piedi i 160 km del percorso della “Magna via Francigena” che da Palermo arriva sino ad Agrigento.
Oggi, è sempre più numeroso il numero di pellegrini e turisti, provenienti da tutto il mondo, che hanno deciso di riscoprire questo suggestivo percorso attraverso le antiche vie, numeri che vanno oltre le aspettative, e che si stimano possano arrivare, a regime, a circa 5000 presenze annue.

A credere in questa opportunità di sviluppo, è stata inizialmente l’associazione “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia”, che, grazie ad un progetto in partenariato con numerosi comuni posti lungo il percorso, e con il sostegno del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall’assessorato al Turismo, sport e spettacolo della Regione Sicilia, ha valorizzato e ripristinato gli antichi percorsi, per renderli fruibili ai moderni camminatori, con centinaia i punti di interesse e i siti archeologici disseminati tra colline, alture e distese dell’entroterra, candidati ad essere patrimonio dell’umanità.

Per questa ragione, il Sindaco Pendolino, immediatamente dopo il proprio insediamento a capo dell’Amministrazione Comunale, anche se in ritardo rispetto ad altre amministrazioni, ha iniziato a recuperare il tempo perduto, affidando ad un proprio funzionario una delega specifica, prendendo contatti con l’associazione “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia”, per fare in modo che, anche il Comune di Aragona, entrasse ufficialmente all’interno del progetto, e che, la presenza del Comune lungo il percorso, venisse ufficializzata all’interno del sito gestito dall’Associazione.
L’obiettivo, è quello di far diventare il turismo religioso e/o esperienziale, un’opportunità per il nostro territorio.
In questo contesto, la manifestazione di venerdì, organizzata dal Comune di Aragona, insieme al Rotary Club Aragona Colli Sicani e al Comitato della Magna Via Francigena di Aragona, vuole far comprendere alla comunità locale il grande valore storico-culturale del percorso e del fatto che questo possa essere un ottimo volano di sviluppo, sia diretto che indiretto.

Direttamente, attraverso gli acquisti che i pellegrini fanno nelle attività commerciali durante il loro passaggio, così come attraverso la possibilità, loro offerta, di pernottare nel comune di Aragona, sviluppando un’altro dei punti principali dell’Amministrazione Comunale ossia “l’albergo diffuso”.

Per questa ragione il Sindaco Pendolino, ha chiesto agli esercenti delle attività economiche, soprattutto quelli interessati dal passaggio dei pellegrini, di preparare una forma di accoglienza su misura, che tenga conto, dell’orario in cui abitualmente transitano per Aragona, cosa preferiscono mangiare, dove preferiscono dormine, cosa desiderano vedere, e che tipo di accoglienza desiderano ricevere, in modo da soddisfare al meglio le loro esigenze e necessità.

Trattandosi, principalmente, di turismo religioso, ad esempio, bisognerà mettere a loro disposizione uno dei tesori religiosi più importanti che sono nel territorio di Aragona, ossia la “Reliquia della Sacra Sindone”, attualmente custodita presso la Cripta della Chiesa del Rosario, dopo il restauro voluto dal Don Angelo Chillura e la destinazione del sito a Polo espositivo “MUDIA”. Questo sito, infatti, insieme all’altro Polo espositivo presso la Chiesa Madre, non può essere tenuto chiuso o di difficile fruizione per i turisti in generale e per i pellegrini in particolare.
Analogo discorso dovrà essere fatto per il Palazzo Principe Naselli. Tesoro culturale inestimabile, su cui, l’Amministrazione ha in corso una interlocuzione con la proprietà, a cui è stato chiesto di creare una forma di partenariato finalizzato alla fruizione del bene per questo tipo di turismo.
Per aiutare i pellegrini, l’Amministrazione Comunale, ha posizionato, lungo il percorso urbano, alcune piastrelle raffiguranti l’immagine del pellegrino, utili al camminatore per conoscere il percorso urbano da seguire.
Ma non solo, il Rotary Club Aragona Colli Sicani, tramite il suo presidente Vincenzo Mula, ha offerto al Comune di Aragona una struttura in legno, su cui verrà collocata la “Mappa del Pellegrino”.
Mappa, che consentirà al camminatori, giunti ad Aragona, di conoscere l’intero percorso urbano da seguire, e sul quale verranno indicati i punti di interesse principale sia culturale che di servizio, e che verrà arricchita da bellissime foto del territorio scattare dal fotografo Giuseppe Passarello.

La struttura verrà collocata in Via Giacco Calleia, in prossimità all’ingresso dei pellegrini sul percorso urbano di Aragona, e verrà inaugurata in occasione dell’incontro venerdì 21 alle 18:00.
A seguire, dopo una breve passeggiata, alle 19:00, si terrà l’incontro pubblico, con gli interventi di Giovanni Papia, referente del Comune per la Magna Via Francigena, Gerlando Parisi per il Comitato Magna Via Francigena di Aragona, Don Angelo Chillura Arciprete di Aragona, Pierfilippo Sposto dell’Associazione Val di Kam.
Durante l’incontro, sarà inoltre illustrato alla comunità, come il passaggio dei pellegrini, può essere anche un volano di sviluppo indiretto per il territorio.

I pellegrini infatti fanno foto, divulgano notizie, trasmettono sensazioni, diffondendole nel web.
Foto, notizie e sensazioni, che, se positive, al pari di un ottima pubblicità gratuita su scala mondiale, sono utilissime per un possibile sviluppo del territorio.
In questo senso, una bella iniziativa da segnalare, è il posizionamento, vicino all’ingresso del Comitato della Magna Via Francigena di Aragona, della “Botte del Pellegrino”.
E’ infatti, ormai diventato un obbligo per tutti i pellegrini che giungono ad Aragona, posare accanto alla botte per una foto.

Si potrebbe creare infatti un circolo virtuoso, che potrebbe portare l’arrivo di nuovi turisti che, da ogni dove, giungerebbero ad Aragona, dando così, alle nuove generazioni una nuova possibilità di sviluppo economico e conseguentemente arrestando quell’emorragia di emigrazione che sta letteralmente svuotando il nostro territorio.
Per questa ragione, anche l’accoglienza dei pellegrini da parte dei cittadini deve essere la migliore possibile. Dobbiamo mettere in pratica quel dovere di ospitalità che è connaturato nei Siciliani, facendo, se possibile, un passo in più, dobbiamo far trovare accogliente e pulito il nostro paese.
In questo l’Amministrazione si impegna a fare la sua parte, ma, chiede anche ai cittadini di fare la loro, in un rinnovato comune senso civico finalizzato allo sviluppo del territorio.

Si segnala, infine, che durante l’incontro presso la Cripta “Mudia”, sarà proiettato il trailer “Cammino di Sicilia – Magna Via Francigena” a cura di Avenir studio realizzato da Leonardo Ofria e Marco Nicotra. Inoltre, sarà messo in mostra il reportage fotografico “Cammino di Sicilia – Magna Via Francigena” realizzato dal fotoreport freelance Carlo Arcidiacono e Daniele Muratore, e le foto stampate su tela del fotografo aragonese Giuseppe Passarello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.