fbpx
Politica

Aragona, opposizione all’attacco: “commercianti si ribellano contro la Sagra della Salsiccia”

“34^ Sagra della Salsiccia. E’ una questione che i commercianti di Aragona mi hanno posto in questi giorni, in merito allo svolgimento della “Sagra della Salsiccia” organizzata dal Comune di Aragona in collaborazione con l’associazione Triscele , che si svolgerà sabato 07 settembre 2019 in occasione della festa di San Vincenzo”.

Ad intervenire sono i consiglieri comunali di Aragona Giuseppe Attardo e Claudio Fabio Clemenza che affermano:

“Dopo aver letto l’ordinanza Sindacale non pubblicata nell’albo pretorio del nostro Comune, la quale da un lato dice di aver invitato tutti i commercianti delle vie evidenziate , nell’altro dice che tanti non hanno voluto partecipare , I Cosiglieri Attardo e Clemenza NON CI STANNO. Aragonesi volete sapere il perchè non vogliono partecipare ? Alcuni perchè ancora ad oggi vantano i soldi della Sagra del 2018 dell’Amministrazione Pendolino , Altri non vogliono partecipare perché L’amministrazione chiede contributo fisso di € 500,00 per poter partecipare alla Sagra. FORSE SI E’ ARRIVATI ALLA FOLLIA PURA . Mai in 34 anni della Sagra ORGANIZZATA DAL COMUNE ASSIEME ALLA PRO LOCO si è verificato che un Sindaco possa vietare alle attività di poter organizzare : piano bar, karaoke, eventi di ogni genere . In base a quale normativa il Sindaco diffida a non svolgere attività ? I Consiglieri del Gruppo uniti possiamo non ci stanno . Già il paese si è svuotato , i giovani vanno via in cerca di lavoro , quindi è evidente le difficoltà che stanno attraversando i nostri commercianti , in più aggiungiamo l’ordinanza del Sindaco Pendolino la cui VIETA a tutti i commercianti di poter organizzare qualsiasi tipo di manifestazione”.

“Oltre al DANNO LA BEFFA ! Riteniamo che si tratti di una mancanza di rispetto verso quelle attività che potevano avere la possibilità di Guadagnare in occasione della Sagra , Oltre alla disorganizzazione e alle difficoltà che commercianti e amministrazione comunale mostrano nel trovare accordi per dare vita a manifestazioni utili a promuovere l’economia locale”, concludono i due consiglieri comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.