fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Area Rinnovamento su strada provinciale 26: “situazione di degrado e pericolosità”

fattori-lo-muzzo-burgioMaria Natalia Lo Muzzo, coordinatrice del movimento Area Rinnovamento a Cammarata e San Giovanni Gemini, interviene in merito alle precarie condizioni nelle quali versa la strada provinciale n° 26 che collega i comuni dell’entroterra con la strada statale 189 Palermo – Agrigento.

“La situazione della strada provinciale n° 26 – dichiara Maria Natalia Lo Muzzo, tra tratti franati, buche profonde, avvallamenti e smottamenti vari ha raggiunto incredibili livelli di degrado e pericolosità.
Considerando che questa è l’unica vera via di collegamento dei Comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano Quisquina con il resto della Sicilia, si può facilmente intuire lo stato di disagio e di isolamento che gli abitanti di queste zone sono costretti a sopportare , per non parlare degli ingenti danni ai mezzi di trasporto e dell’alto rischio di incidenti”.

“Il paradosso è che già da svariati anni esiste un progetto di ammodernamento con relativo finanziamento erogato all’ex Ente Provincia di Agrigento. Allora ci chiediamo per quale motivo nessun intervento è stato fatto per sistemare la strada in questione e non si è stati capaci di superare le varie problematiche di natura politica e burocratica che, ancora oggi, presentano numerosi punti oscuri”.

“Il movimento Area Rinnovamento, da sempre, è particolarmente sensibile alla questione della precarietà della viabilità della provincia di Agrigento, e per tale motivo in accordo col Presidente Marcello Fattori ed il vice Lillo Burgio prendiamo l’impegno di far luce su questa questione, con la promessa di sbloccare certamente l’impasse, nel caso in cui il candidato del movimento Giuseppe Federico dovesse riuscire ad essere eletto alle prossime regionali di Novembre, assumendo il tema in oggetto come uno dei primissimi impegni per la nostra martoriata Provincia, e ridare dignità a dei cittadini che troppo spesso la politica considera di serie B”, conclude Lo Muzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.