fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Arresto di Arnone: la difesa si rivolgerà al Riesame

arnoneGli avvocati difensori di Giuseppe Arnone (in foto), arrestato sabato scorso con l’accusa di estorsione, presenteranno ricorso al Tribunale del Riesame di Palermo.

La decisione degli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile sembra essere stata adottata in quanto si ritiene illegittimo il punto in cui “si subordina i domiciliari alla definizione del procedimento a carico dell’avvocato Francesca Picone“.

Come si ricorderà, il Gip del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, aveva provveduto ala convalida dell’arresto di Arnone, disponendo gli arresti domiciliari temporalmente alla definizione del procedimento legato all’avvocatessa Picone “calendato da questo ufficio Gip per il 22 novembre“.

Intanto l’avvocato Arnone, dopo l’istanza presentata dai suoi legali, si sarebbe trasferito nella residenza estiva di San Leone, lasciando così lo studio di via Mazzini dove era stato posto ai domiciliari.

Per l’accusa, Arnone avrebbe chiesto una somma di denaro alla collega Picone “per non alzare clamore mediatico sulla pregressa vicenda giudiziaria”. Arnone fu trovato dagli agenti della squadra Mobile sabato scorso all’uscita dello studio della Picone con due assegni per complessivi 14 mila euro. Secondo la difesa, gli assegni erano frutto di una regolare transazione fra i due professionisti.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.