fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Arsenale di Favara, trovate armi da “agente segreto”: il 50enne arrestato non risponde al Gip

img_5600Ancora tanti i punti interrogativi dopo il ritrovamento di un vero e proprio arsenale a Favara. Le indagini continuano in modo serrato e i militari dell’Arma dei Carabinieri della tenenza di Favara e con l’ausilio del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento non lasciano nulla al caso.

Un insospettabile infermiere di 50 anni che deteneva un ingente quantitativo di armi, munizioni, dispositivi di armamento e materiale esplodente. Fra questi anche alcune penne esplodenti, ovvero vere e proprie armi da “agenti segreti” che riescono a sparare a distanza ravvicinata.

LEGGI ANCHE: Favara: a detenere un arsenale un insospettabile infermiere – FOTO E VIDEO

Armi che sono state inviate ai laboratori del RIS per verificare se siano state, o meno, utilizzate per commettere delitti. 

Intanto, il 50enne Amedeo Caruana, arrestato nella flagranza di reato, sembra avere scelto di non rispondere alle domande del gip del Tribunale di Agrigento durante l’interrogatorio di convalida degli arresti. La difesa ha chiesto la misura alternativa agli arresti domiciliari e su questo il giudice si sarebbe riservato di prendere una decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.