fbpx
Regioni ed Enti Locali

Assassinato da un agguato mafioso: oggi il ricordo del commissario Beppe Montana

34 anni fa moriva a 34 anni, assassinato in un vile agguato mafioso, il commissario Beppe Montana.

A lui, nel marzo del 2018, nel corso di una cerimonia tenutasi alla presenza del sig. Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli è stato intitolato il palazzo sede della Questura di Agrigento.

Beppe Montana, agrigentino, dirigeva la Sezione Catturandi della Squadra Mobile di Palermo, dando la caccia ai mafiosi latitanti. Quel maledetto 28 luglio del 1985, i sicari lo hanno atteso sul molo di Porticello (PA) al rientro da una gita in barca per assassinarlo. Soltanto dieci giorni prima dell’agguato, Beppe aveva portato a termine il suo ultimo blitz a Buonfornello arrestando una decina di mafiosi. Beppe Montana, medaglia d’oro al valore civile, unitamente a Ninni Cassará, ha lavorato fianco a fianco con i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nelle indagini poi sfociate nel rapporto Michele Greco +162.

Il processo per l’omicidio di Beppe Montana ha visto la condanna all’ergastolo di mandanti ed esecutori del delitto tra vertici e gregari di Cosa Nostra palermitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.