fbpx
Salute

Benessere: svegliarsi con il piede storto nuoce gravemente alla salute, ecco perché

Lo stress del mattino compromette la giornata e peggiora la memoria.

Non è una diceria ma il risultato portato avanti da uno studio condotto dalle Università Americane. Svegliarsi male spesso porta, come conseguenza, quella convincersi di dover vivere 24 h pesanti e vedere all’orizzonte della propria giornata le solo “nuvolette nere” potrebbe influenzare negativamente la performance cognitiva, la nostra mente infatti ne risente.

I ricercatori della Pennsylvania State University hanno scoperto che quando ci si sveglia percependo la giornata come stressante, la memoria di lavoro – che aiuta a imparare e «conservare» le informazioni anche quando si è distratti – è inferiore.

«Gli esseri umani possono pensare e anticipare le cose prima che esse accadano: ciò li aiuta a prepararsi e a prevenire alcuni eventi», ha spiegato uno dei ricercatori, la psicologa cognitiva Jinshil Hyun. «Questo studio però – ha aggiunto – suggerisce che questa abilità può anche essere dannosa per il funzionamento della nostra memoria, indipendentemente dall’accadere o meno di quegli stessi eventi immaginati».

Tradotto in “soldoni” lo studio ci suggerisce ch3: immaginare sventure, anticipare negativamente gli eventi che seguiranno, ed essere di cattivo umore pochi istanti dopo essersi svegliati non giova alla nostra psiche. Al contrario è di fondamentale importanza “incanalare” positivamente i pensieri che facciamo al mattino per influenzare al meglio la giornata. Ecco 10 suggerimenti utili per svegliarsi con il piede giusto ed avere una giornata superpositiva:

1. Siate regolari
Andare a dormire ed alzarsi sempre alla stessa ora è la regola numero uno per un sonno senza disturbi.

2. Fate scattare il coprifuoco
Se andate a letto alle 23, già alle 21 in casa dovrebbe scattare il “coprifuoco” ossia parlare sottovoce, spegnere le luci, abbassare il volume della tv. E, soprattutto, mettere da parte tablet e smartphone.

3. Coltivate un hobby rilassante
Leggete un libro, lavorate a maglia – il potere terapeutico di questo passatempo è ormai assodato – fate le parole crociate: insomma, cercate un hobby, che non implichi l’uso della tecnologia che sovra stimolerebbe l’organismo, e praticatelo per almeno una mezzora prima di coricarvi. Vi predisporrà a un buon sonno.

4. Concedetevi un massaggio
Un automassaggio veloce e super rilassante? Basta spazzolare un po’ i capelli, l’effetto è quello di una carezza sulla testa il cui beneficio si riflette in tutto il corpo.

5. Mangiate pesce, frutta secca e banane
Sono molti gli alimenti che favorirebbero un buon sonno. Primo tra tutti il salmone la cui concentrazione di Omega3 fa sì che i risvegli notturni diminuiscano e ci si addormenti prima. Consigliati anche banane, ricche di triptofano, un aminoacido che favorisce la sintesi di serotonina, noci, che apportano melatonina, l’ormone naturale che regola il sonno, e mandorle che, per la loro quantità di magnesio, assicurano sonni lunghi e profondi.

6. Bevete una tisana
Molti lo considerano un rito della “buonanotte” mentre altri un vero e proprio aiuto, soprattutto se parliamo di tisane a base di passiflora, tiglio, verbena e valeriana, tutte piante che hanno un effetto calmante e rilassante. Non esagerate però con le quantità. Il rischio? Che nel bel mezzo della notte il vostro sonno venga interrotto e voi dobbiate alzarvi per fare pipì!

7. Preparate una camera fresca e silenziosa
Gli esperti, consigliano di mantenere la camera fresca il più possibile, con una temperatura intorno ai 18 °C. Il fresco sarà un ottimo pretesto per fare (e ricevere) coccole! Inoltre, una camera completamente insonorizzata e buia è il luogo ideale per addormentarsi. E nel caso in cui non foste ancora riusciti ad abbandonare la fobia del buio che avevate da bambini, potete utilizzare una sveglia che emana una luce soffusa, in modo da non alterare il sonno.

8. Fate esercizio
Un semplice rituale molto efficace nel favorire il sonno in breve tempo: contraete tutti i muscoli del corpo, dai piedi fino alla nuca per 5 secondi, poi rilasciate. Sentirete il corpo più disteso. Associate questo esercizio a uno respiratorio: inspirate lentamente e profondamente con il naso per 4 secondi e poi espirate dalla bocca allo stesso modo. Ripetetelo per 5 minuti in modo da ottenere una respirazione detta “coerenza cardiaca”. Questo permetterà al corpo e allo spirito di rilassarsi.

9. Pensieri positivi (e un bicchiere di latte)
Anziché ripensare a tutte le cose antipatiche e negative che vi sono successe durante la giornata, focalizzatevi su di un pensiero positivo: un successo ottenuto, un rapporto recuperato, una discussione finita bene. Addormentarsi con il sorriso predispone sicuramente meglio al buon riposo. E se le preoccupazioni proprio non vi abbandonano concedetevi un bicchiere di latte; sebbene non esista un dato certo, questo alimento, preferibilmente consumato caldo-tipepido, svolge un modesto ruolo rilassante.

10. Sì al riposino (controllato)
Durante la giornata il sonnellino pomeridiano – per chi ha la fortuna di poterlo fare – è un vero toccasana per spezzare le fatiche della giornata e recuperare un po’ di energie. Ma gli esperti sono categorici: non deve durare più di mezz’ora. Se fosse più lungo ci condurrebbe in una fase di sonno profondo, che potrebbe influire negativamente sul nostro regolare ritmo di sonno e veglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.