fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Bimbe uccise a Gela: la madre sarà trasferita al carcere di Agrigento

carcere petrusaVerrà trasferita con molta probabilità al carcere “Petrusa” di Agrigento, Giusy Savatta, la donna di 41 anni di Gela accusata di aver ucciso le sue due bambine, Sofia e Gaia di 9 e 7 anni.

Attualmente ricoverata in Ospedale, la donna, dopo la convalida dell’arresto da parte del Gip Lirio Conti, che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica, probabilmente, e a meno di ulteriori sviluppi, finirà reclusa all’istituto penitenziario della città dei Templi.

Dalla ricostruzione, la 41enne avrebbe strangolato le bambine, che sarebbero così morte per asfissia; successivamente avrebbe tentato il suicidio ingerendo della candeggina e tentato il soffocamento con un flessibile della doccia stretto al collo. Sarebbero questi i nuovi particolari emersi, ancora tutti da verificare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.