fbpx
Regioni ed Enti Locali

Bivona, successo all’IISS Pirandello per la presentazione del libro “Sicilia, my love”

iiss bivona1Ieri presso i locali dell’IISS “Pirandello” di Bivona, che a breve si trasferirà presso i nuovi locali di Contrada S. Filomena, è stato presentato il romanzo “Sicilia, my love” di Enzo Randazzo con apparato didattico a cura di Gisella Mondino.

L’opera è stata insignita di diversi premi letterari ( La Campana di Burgio 2014, Premio Internazionale Sicilia – Palermo 2014, Premio Internazionale Mandorlo in Fiore – 2015, Made in Sicily – Ribera 2015, Pergamena Pirandello 2014,Book Speed Salone del Libro 2015, G.P. Marsh Torino 2016) ed è stata selezionata dal GAL Sicani per raccontare la Sicilia ad EXPO 2015, presso il cluster biomediterraneo.
L’iniziativa, promossa dall’Isituto nell’ambito del progetto “Incontro con l’autore”, ha visto gli studenti impegnati in un dialogo vivace con l’autore sui temi affrontati nel romanzo. Si va dalle dinamiche sociali della Sicilia degli anni ‘70, alla percorribilità della strada dell’impegno sociale per i giovani di oggi. Molti gli interventi, anche di ex docenti come la Prof.ssa Rosamaria Camizzi, che hanno animato il dibattito.

Enzo Randazzo ha risposto alle numerose domande sul suo ultimo romanzo Sicilia my love, che è già stato accolto con entusiasmo dalle tante comunità di siciliani di New York e Pechino. Gli interventi hanno sottolineato i molteplici temi sviluppati dall’intreccio narrativo. Il volume, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Siciliana-Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, è un inno alle bellezze naturali dell’Isola, alle sue tradizioni culturali, storiche e linguistiche, impreziosito dai richiami e dalle originali riletture di grandi scrittori ed illustri visitatori stranieri, incantati dalle bellezze delle città isolane e dalla civiltà dei Siciliani. La prof. Chiara Gervasi, riprendendo la prefazione al romanzo di Lando Buzzanca, ha svelato agli scrittori in erba, presenti in sala, che l’intreccio narrativo è costruito in modo che i personaggi abbiano una loro definita identità psicologica e storico-sociale, che invita a superare gli stereotipi senza perdere di vista la denuncia dei corrotti. Nella sua scrittura Enzo Randazzo riserva particolare attenzione e cura al vivace dialogo, ricco di frasi vive che esaltano la funzione della lingua, tra i personaggi, descritti e tratteggiati con pennellate ammirabili. Grande la soddisfazione espressa da Gisella Mondino, che ha curato, in questa edizione del Romanzo, le proposte didattiche e le schede che propongono possibili e vari livelli di lettura.
La manifestazione -alla quale ha preso parte anche l’On. Giovanni Panepinto, Sindaco di Bivona- è stata arricchita dal commento musicale realizzato da due studentesse dell’Istituto Pirandello, allieve della scuola di musica “Lo Nigro”, convenzionata con il Conservatorio di Palermo. Le studentesse -Chiara Baio e Carlotta Traina- hanno eseguito dei canti d’amore della tradizione siciliana.

Sono stati poi proposti dei momenti di lettura, durante i quali le studentesse Alice Basto e Maria Francesca Mortellaro hanno allietato l’uditorio con dei brani tratti dal romanzo “Sicilia, my love”.
Dopo avere ringraziato il giovane pubblico, che ha attestato il valore letterario e culturale del romanzo inserito nei laboratori di lettura e di scrittura di diverse scuole siciliane, Enzo Randazzo ha dichiarato: “Sono contento che Sicilia, my love contribuisca ad approfondire la riflessione sulla nostra isola e sui valori positivi della Sicilia. Il confronto critico sulla nostra storia, sulla nostra cultura, sulla nostra identità può risultare funzionale a far crescere le potenzialità di sviluppo della nostra bellissima isola”.

“Dare vita a iniziative che aprano la scuola al territorio per noi è un obiettivo fondamentale” ha affermato la Dirigente Prof. Giovanna Bubello, la quale ha aggiunto “siamo educatori appassionati e attenti e riteniamo che sia fondamentale per i nostri studenti creare momenti di riflessione sull’importanza dell’identità, come valore che sta alla base della costruzione di un dialogo interculturale aperto, onesto e consapevole. La conoscenza profonda della nostra identità siciliana passa anche attraverso la lettura degli autori che con più incisività hanno saputo rappresentarla ai siciliani stessi e al mondo. Per questo è indispensabile approfondire la conoscenza di autori ormai classici come Sciascia e cercare occasioni di dialogo con autori contemporanei come Enzo Randazzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.