fbpx
Apertura Cronaca

Blitz antimafia “Kerkent”: confermati otto arresti

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha confermato otto dei trentadue arresti nell’ambito dell’inchiesta antimafia denominata “Kerkent” scattata lo scorso 4 marzo.

L’operazione, come si ricorderà, vede varie ipotesi di reato contestate: associazione mafiosa, partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti (aggravata dal metodo mafioso), detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato, fino al danneggiamento mediante incendio.

Il provvedimento di conferma – come riporta il quotidiano Grandangolo – riguarda Angelo Iacono Quarantino, 28 anni, di Porto Empedocle; Giuseppe Messina, 31 anni, di Agrigento; Francesco Vetrano, 34 anni, di Agrigento; Gabriele Miccichè, 29 anni, di Agrigento; Alessio Di Nolfo, 33 anni, di Agrigento; Salvatore Ganci, 45 anni, di Agrigento; James Burgio, 26 anni, di Porto Empedocle e Gerlando Massimino, 31 anni, figlio di Antonio Massimino, quest’ultimo considerato dagli investigatori il presunto reggente della famiglia mafiosa di Agrigento.

Il blitz, ordinato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, è stato eseguito da una ventina di carabinieri, supportati da unità cinofile sotto il coordinamento della Direzione Investigativa antimafia di Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.