fbpx
Italia

Bonus Vacanze 2021: si può richiedere di nuovo, come fare domanda

Il bonus vacanze 2021 è stato prorogato e si può richiedere nuovamente anche per questa estate. Quest’anno è stato difficile dal punto di vista economico sia per le famiglie, per i lavoratori che per le strutture ricettive. Non essendoci stato movimento di turisti su e giù per l’Italia, questo settore ne ha fortemente risentito. Per cercare di aiutare sia le famiglie che le strutture ricettive, è stato prorogato fino al 31 dicembre di quest’anno, il bonus vacanze 2021 con un fondo stanziato di 2,4 miliardi di euro. Alcune idee su come spendere questo bonus su immobiliovunque.it.

Cosa è il bonus vacanza 2021

Secondo il decreto Rilancio, il bonus vacanza 2021 consiste in un contributo economico dato per i soggiorni in Italia presso strutture che sono registrate con il codice Ateco 55, che comprende: hotel, villaggi turistici, b&b, campeggi e agriturismi.

La somma spettante arriva fino a 500 euro (sottoforma di sconto) e si può suddividere in 80% come sconto immediato presso la struttura ricettiva e il restante 20% sottoforma di detrazione d’imposta nella successiva dichiarazione dei redditi del 2021 del componente del nucleo familiare a cui viene intestato la fattura, documento commerciale o ricevuta fiscale/scontrino della spesa del soggiorno.

Può essere utilizzato in un’unica soluzione, quindi solo presso una struttura turistica e può essere utilizzato entro il 31 dicembre 2021.

Come funziona il bonus vacanza 2021

In pratica le famiglie che hanno un Indicatore ISEE inferiore ai 40mila euro hanno diritto alla riduzione del costo della vacanza e quindi possono richiedere il bonus fino a 500 euro. Questo importo non è fisso, ma varia a seconda del numero dei membri della famiglia:

  • 3 o più persone, il limite del bonus di 500 euro;
  • 2 persone, il tetto massimo del bonus è di 300 euro;
  • 1 persona, il bonus arriva fino a 150 euro.

Questo credito può essere utilizzato da un solo membro del nucleo familiare.

Chi ha richiesto il bonus lo scorso anno e non l’ha sfruttato, può tranquillamente usarlo quest’anno.

Per tutti gli albergatori ed esercenti turistici che aderiscono alla Tax Credit Vacanze è previsto un rimborso in credito d’imposta.

Come si richiede il bonus vacanza 2021

Per richiedere ed avere erogato il bonus vacanza 2021 è necessario che almeno un componente del nucleo familiare abbia l’identità digitale che sia Spid o carta d’identità elettronica. A quel punto si potrà inoltrare la domanda tramite l’app IO, che è l’applicazione dei servizi pubblici.

Come verrà erogato il bonus vacanza 2021

L’importo del bonus vacanza 2021 verrà erogato sull’app IO e potrà essere speso tramite un codice identificativo digitale che verrà associato ad un QR code che dovrà essere presentato, insieme al codice fiscale, alla struttura ricettiva scelta per il soggiorno.

A quel punto l’albergatore stesso applicherà immediatamente lo sconto e riceverà automaticamente il rimborso come credito d’imposta.

Cambiamenti possibili per il bonus vacanza 2021 rispetto 2020

Tutto l’iter rimane identico a quello dello scorso anno, l’unica cosa che potrà cambiare è la modalità di fruizione del bonus: potrebbe essere possibile cederlo all’agenzia di viaggi e usarlo più volte.

Inoltre il governo sta valutando di rendere il voucher spendibile fino a giugno del 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.